Prima la Champions, poi la rifondazione. La Repubblica di oggi prova a guardare avanti. "L’Inter conta di ricostruire la difesa intorno a Stefan De Vrij e Milan Skriniar, corteggiato dal Manchester City, che tratterà senza procuratore il rinnovo del contratto (RILEGGI QUI LA NOSTRA ESCLUSIVA), puntando a un netto di 4 milioni l’anno più bonus. Restano a Milano Asamoah e Danilo D’Ambrosio. È in arrivo Godin, in scadenza con l’Atletico Madrid. Proprio all’Atletico tornerà invece Sime Vrsaljko. Miranda andrà in Brasile in cerca di un posto da titolare.

Il centrocampo perderà Joao Mario, Borja Valero e Ivan Perisic. Del cambio di allenatore potrebbe giovare Roberto Gagliardini che, con Spalletti, non ha mai avuto feeling. Due i nomi nel mirino di Marotta. Il primo è Ivan Rakitic, che il tecnico Ernesto Valverde vorrebbe tenere a Barcellona ma che il club cederebbe per 40 milioni. Dieci in meno, da saldare in due anni, ne servono per strappare Lorenzo Pellegrini alla Roma. Punti fermi restano Nainggolan, Brozovic, Politano.

E veniamo all’attacco. Libera dai vincoli del fair play finanziario, l’Inter è iscritta all’affollata asta per Federico Chiesa. Se in panchina ci sarà Conte, è probabile che a Zhang chiederà Romelu Lukaku dal Manchester United o Edin Dzeko dalla Roma. Molto dipenderà dalle cessioni: Candreva, ma soprattutto Icardi. Se non si farà lo scambio con Paulo Dybala, la Juve offrirebbe una cinquantina di milioni. Troppo poco. E Maurito piace anche in Inghilterra. Sempre che dal nuovo mister non arrivi a sorpresa l’indicazione di ricucire e provare a tenerlo".

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - LEON BAILEY, LA GIAMAICA HA SFORNATO UN GRANDE TALENTO

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 5 Aprile 2019 alle 10:28
Autore: Mattia Todisco
Vedi letture