Juan Musso, portiere dell'Udinese, ha parlato in questo modo ai microfoni del quotidiano Olé riguardo il suo futuro: "Vorrei giocare ancora con Lautaro Martínez, così come con altri giocatori che ho già avuto come compagni di squadra. È uno dei migliori attaccanti del mondo: lo conosco, è un lottatore. Si dice che possa andare al Barcellona: dipenderà da molte situazioni, bisogna prendere tutto con le pinze".

C'è un interesse da parte dell'Inter per Musso: "È bello sentire queste voci - riferisce l'estremo difensore dei friulani -. Sapere che una squadra così importante come l'Inter è interessata al mio cartellino mi dà tanti stimoli per dare sempre di più il meglio di me. Ma ora sono concentrato al 100% sull'Udinese: grazie a questo club ho ottenuto la prima convocazione in Nazionale argentina. Cerco di superarmi sempre, giorno dopo giorno".

Ancora sul futuro: "Le cose si fanno quando il mercato è in corso, però è normale che ci siano conversazioni tra dirigenti, con alcuni che chiedono informazioni sui prezzi. Succede molto spesso... Può darsi che questo possa essere accaduto anche per me: non escludo nulla, so di aver fatto due buone stagioni. Ma non sono una persona ansiosa: queste voci non mi distraggono".

Sulla Copa América rinviata al 2021: "Avevo voglia di andarci. Per noi calciatori vestire la maglia della nostra Nazionale è il massimo. Ogni volta in cui vengo convocato, sono felice come fosse la prima volta".

Sull'emergenza Coronavirus in Italia: "Le persone sono consapevoli, dopo tutto ciò che è accaduto nel Paese nei primi giorni della pandemia le regole vengono rispettate. Si spera che certe scene siano servite, affinché la gente di altre nazioni abbia visto cosa può accadere se non ci si prende cura di se stessi".

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 29 marzo 2020 alle 23:00
Autore: Andrea Pontone / Twitter: @_AndreaPontone
Vedi letture
Print