"Se temo una nuova Calciopoli e una retrocessione in B? Mi auguro di no per il popolo juventino e per quello che si è già passato in quella situazione". Parla così l'ex bianconero Claudio Marchisio in collegamento con gli studi di '90esimo minuto' su Rai 2. "Non è semplice, bisogna aspettare perché queste sono cose delicate e ci vuole del tempo per capire cosa succederà fino all'ultimo. Ovvio che oggi c'è tanta tristezza nel rivivere questa situazione. Dobbiamo capire che questo sistema è stato usato da tante società, bisogna risolvere questo problema una volta per tutte e per tutti quanti. Speriamo di arrivare a qualcosa di concreto sin da subito.

La Juve adesso ha il campo con i 15 punti di penalizzazione, nel 2006 piano piano si è tornati su e si è ritornati a vincere. Bisogna capire il punto dove si è rotto questo giochino, visto che la Juve era arrivata a quei nove scudetti vinti di fila e a due finali di Champions. Io penso che il giochino si sia rotto nel momento in cui è partito Beppe Marotta. Secondo me non è stato sostituito nel modo migliore. Era una figura molto importante per la Juve".

Sezione: Focus / Data: Dom 22 gennaio 2023 alle 19:48
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DanieleAlfieri7
vedi letture
Print