focus

CdS – Hakimi ha già detto sì al Psg. Poi? Si lavora sugli esuberi, ma occhio alla situazione Lautaro

CdS – Hakimi ha già detto sì al Psg. Poi? Si lavora sugli esuberi, ma occhio alla situazione Lautaro

Anche il Corriere dello Sport concorda: il primo sacrificio in ordine di tempo dovrebbe essere proprio quello di Hakimi. Il marocchino avrebbe già accettato gli 8 milioni netti a stagioni proposti dal club di Parigi (contro i 5 che...

Alessandro Cavasinni

Anche il Corriere dello Sport concorda: il primo sacrificio in ordine di tempo dovrebbe essere proprio quello di Hakimi. Il marocchino avrebbe già accettato gli 8 milioni netti a stagioni proposti dal club di Parigi (contro i 5 che percepisce a Milano), mentre il club nerazzurro attende il rilancio del Psg fino almeno a 70 più bonus. Ma il lavoro di Marotta e Ausilio non si esaurirebbe alla cessione dolorosa dell'ex Dortmund. In Viale della Liberazione si confida nella fuoriuscita dei vari esuberi come Joao Mario, Nainggolan, Dalbert e Lazaro, ma va tenuta in considerazione anche la volontà dei vari giocatori che, dopo l'addio di Conte, potrebbero cercare altre strade.

In tal senso - secondo il Corsport - occhio alla situazione di Lautaro, con il cambio di agente che potrebbe essere un segnale in direzione addio. "Ora è Camaño, lo stesso agente di Hakimi, a seguire l’argentino. Ed è lui ad aver raccolto i sondaggi di Real e, soprattutto, Atletico Madrid - si legge -. A breve è previsto un incontro con la dirigenza nerazzurra per dare un indirizzo definitivo alla situazione. L’Inter ha tutte le intenzioni di confermare i precedenti accordi, vale a dire 4,5 milioni a stagione a salire, ma qualora, invece, il Toro spingesse per andare via, allora dovrà portare un’offerta da 80-90 milioni di euro. E, stando ai rumor, quella quota non sarebbe stata nemmeno avvicinata". Al contrario, assolutamente incedibile viene considerato Lukaku, che ha già rassicurato tutti ad Appiano. Per la gioia di Inzaghi.