"Onore e merito ad Antonello Mastronardi per la lucida disamina, molto convincente, che propone nell'articolo: "Vince e non convince..." In redazione gli risponde "A tono" Lapo De Carlo, del quale si apprezza il caustico realismo con il quale centra il cuore delle analisi. Il resto si dipana tra sterili generalismi e una difesa ad oltranza che si sbriciola regolarmente contro l'oggettività dei fatti".

Vittorio

 

"Gentile Redazione, cari tifosi, voglio solo esternare il mio disappunto sull'ennesima pessima prestazione dell'inter. Come avevo previsto la squadra è scadente e questo solo e soltanto grazie al braccino corto di SUNING. Se infatti i cinesi comunisti a gennaio non si decideranno di comprare qualche giocatore da Inter (non i Dalbert, Jao Mario ecc.), la nostra posizione in classifica, grazie solo ai miracoli di Spalletti, sarà dalla sesta alla settima posizione. Un saluto".

Angelo

 

"Gentile Redazione, eccomi di nuovo a scrivere un commento, spedito nei giorni scorsi, e non pubblicato, forse perche' fatto in giorni in cui non vengono mandati, ma al quale tengo molto, per far conoscere la mia opinione in un mondo di opinionisti; Allora ebbi a dire che, secondo me, uno dei motivi delle ultime prestazioni poco brillanti della squadra era la presenza in campo di Icardi il quale, se sollecitato in continuazione da una squadra che mantiene sempre l'iniziativa, verticalizza e crossa con continuita', rappresenta il killer d'area di rigore, uno dei migliori realizzatori; Lo stesso giocatore,pero', in mancanza delle suddette caratteristiche dei centrocampisti, si trasforma in un giocatore in meno, per la squadra, in qualcosa di irritante, essendo poco propenso a partecipare al gioco, ad andare incontro e proteggere la palla, a dettare il passaggio, ad allargarsi sulle fasce: Non a caso, le migliori prestazioni, sotto l'aspetto del gioco, l' inter le ha fatte in estate quando, con Icardi infortunato, il centravanti era Eder, molto piu' mobile di Maurito. In quello stesso commento davo la mia opinione sul contenuto di un Editoriale, dove si denunciava la mancanza in squadra di un incontrista rubapalloni; A questo proposito dissi, e confermo ancora oggi, che l'Inter il rubapalloni lo aveva in casa e rispondeva al nome di Medel e, soprattutto, in prospettiva, di Kongdobia, guardacaso due dei nomi piu' criticati da tifosi e giornalisti poco competenti: Sarebbe stato come se, ai tempi del Napoli di Maradona, si fosse criticata gente del calibro di Crippa, De Napoli o Bagni ! Grave errore, commesso dai dirigenti, la cessione dei suddetti giocatori che hanno, si, contribuito ad alleggerire il peso del FFP e del monte ingaggi,ma hanno reso la nostra squadra mancante di un figura cardine a centrocampo: D'altronde sono errori frequenti, quelli fatti dai nostri dirigenti, che passano da un centrocampo composto da tutti cursori ad uno composto da tutti creatori ad uno di tutti registi; Buon senso vuole che, un centrocampo, che risolva i problemi di creazione di gioco e protezione della difesa, sia composto da un cursore-rubapalloni, un creatore di gioco (possibilmente estroso)ed uno che detta i tempi( Metodista). Sotto questo aspetto ecco che l'ingresso di Karamoh, nella partita contro il Genoa, ha acceso un po di luce per velocita' ed imprevedibilita': Questo dimostra come sia stato un errore, in estate, non aver acquistato, anche, un giocatore del calibro di Emre Mor, nel quale io intravedo, per tipo di gioco, un nuovo Dybala ! Nella speranza che il buon Karamoh non sia relegato, nuovamente, in panchina, che Eder diventi titolare, magari accanto ad Icardi e che, prossimamente, si dia piu spazio a Pinamonti e Venhaudsen, AMALA!".

Santi

 

Sezione: Visti da Voi / Data: Mar 26 Settembre 2017 alle 18:30 / articolo letto 4337 volte
Autore: Redazione FcInterNews.it