Di recente, Inter e Roma hanno siglato una collaborazione con il noto social network Twitter. Intervistato da Sport Business Management, il responsabile delle partnership sportive Simone Tomassetti illustra come nasce e come si sviluppa questo tipo di accordo: "La segmentazione dell’offerta e delle piattaforme di cui parlavamo prima, ha coinvolto anche quelli che all'inizio erano solo detentori dei diritti ma non li sfruttavano. I club calcistici prima vendevano i propri diritti, anche in modo autonomo, poi dopo in modo centralizzato con la Lega Calcio (oggi Lega Serie A ndr), ma non ne usufruivano. Erano semplicemente delle cessioni di licenza. Oggi invece le società di calcio non fanno solo questo. Tutti i più grandi club sono delle media company e nel corso degli anni hanno sviluppato delle competenze in più, soprattutto in casa, che prima non avevano. Ad esempio la media company dell'Inter è abbastanza rinomata per la produzione degli eventi ma anche dal punto di vista editoriale. Prima i club non avevano bisogno di avere un dipartimento editoriale per queste cose, se non quello tipico della comunicazione. Oggi invece hanno delle loro piattaforme di sfruttamento sia come ott e sia come social media attraverso i propri account. Le partnership che facciamo con i club e nello specifico con Inter e Roma entrano in questo solco. Quello che facciamo con Twitter è sviluppare i loro account per far sì che utilizzino sempre gli ultimi prodotti e possano offrire delle esperienze personalizzabili ai loro follower. Poi c'è anche una parte di business che permette, attraverso un prodotto di Twitter che si chiama Amplify, la monetizzazione dei loro contenuti".

VIDEO - SESSANT'ANNI DI MARADONA, MA ANCHE IL "PIBE" SI ARRESE ALL'INTER DEI PANZER

Sezione: News / Data: Ven 30 ottobre 2020 alle 17:21
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print