L'intervento durante il 'Social Football Summit' di Roma di Gabriele Gravina,  presidente FIGC, parte inevitabilmente dalla Nazionale italia, l'assente ingiustificata di Qatar 2022: "La ferita è ancora viva e diventa particolarmente lacerante vista la mancata opportunità per i giovani di vivere un evento come i Mondiali - le sue parole -. Quando si verificano eventi così negativi bisogna mantenere la lucidità e credere nel progetto nel quale sono state impiegate energie. Va dimostrata coerenza e rispetto per coloro che hanno dato un grande messaggio al Paese intero. Purtroppo nel calcio la memoria è sempre corta, a volte anche meno di una stagione. Il progetto ancora oggi è vivo, abbiamo avuto coraggio e la capacità di saper coltivare.

Il vaso si è rotto quando abbiamo sbagliato i rigori con la Svizzera o nel gol preso contro la Macedonia. Non abbiamo avuto paura di manifestare le nostre paure, abbiamo dimostrato di voler mettere insieme i cocci senza mascherare nulla e rendendo più bello quel vaso. Lo abbiamo fatto scegliendo la strada del rilancio. Il progetto deve aggregare i giovani, deve coinvolgerli". 

Sezione: News / Data: Mer 28 settembre 2022 alle 21:00
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
vedi letture
Print