news

Infantino: “Un calciomercato alimentato dalla speculazione genera squilibri. Ecco come risponde la Fifa”

Infantino: “Un calciomercato alimentato dalla speculazione genera squilibri. Ecco come risponde la Fifa”

Lotta a droga, crimine e corruzione, è l'obiettivo numero uno di Fifa e Onu coalizzate per combattere una piaga sociale fin troppo presente ancora anche nel mondo del calcio e dello sport come ha ammesso lo stesso presidente...

Redazione

Lotta a droga, crimine e corruzione, è l'obiettivo numero uno di Fifa e Onu coalizzate per combattere una piaga sociale fin troppo presente ancora anche nel mondo del calcio e dello sport come ha ammesso lo stesso presidente della federazione internazionale calcistica Gianni Infantino, presente all'Assemblea generale dell'Onu. "Abbiamo imparato dalle esperienze passate. Dobbiamo proteggere l'integrità dello sport dai pericoli della corruzione. Necessari un controllo finanziario che non faccia sconti e la lotta incessante per combattere la manipolazione delle partite. Il passato ha mostrato come le organizzazioni sportive possano essere colpite dalla corruzione e dalla ricerca immorale di profitto degli individui".

Sul mercato post-pandemia:"Un calciomercato alimentato dalla speculazione e non dalla solidarietà comporta un rischio crescente di conflitti di interesse, enorme inflazione di mercato e un crescente squilibrio competitivo. In risposta, abbiamo creato la FIFA Clearing House, incaricata di eseguire tutti i controlli richiesti nei trasferimenti dei giocatori e di garantire che il denaro pagato dal club acquirente sia distribuito correttamente ai club di formazione".