Si interrompe a Bergamo la striscia di successi inanellati fino a questo momento dall'Inter di Simone Inzaghi che tra le mura del Gewiss Stadium trova una grande Atalanta che rallenta i campioni d'Italia. Un giusto 0-0 che il vice dell'allenatore nerazzurro, Massimiliano Farris analizza così ai microfoni di Inter TV.

Gara intensa, risultato giusto?
"Abbiamo avuto il dominio del possesso palla. Stranamente l’Atalanta, che di solito ti viene a pressare forte, non è riuscita a metterci grande pressione, forse ci ha aspettato. Hanno avuto grande rispetto di noi cambiando il modulo. Probabilmente si sono ritrovati con qualche giocatore in meno e sono stati costretti a farlo. Nel secondo tempo abbiamo creato quelle situazioni pericolose che potevano farci portare casa la partita ma è anche vero che l’Atalanta ha avuto dei palloni sui quali Samir è stato fenomenale. Ottimo punto quindi, non dimentichiamo che veniamo dal dispendio di energie incredibili sia fisiche che mentali di mercoledì, centoventi minuti con la Juve e oggi trovare l’Atalanta, squadra più fisica del campionato, non è stato l’ideale ma il calendario ci ha offerto questo, e siamo venuti qui col piglio della grande squadra che siamo. Abbiamo provato a portarla a casa e ci teniamo il punto".


C’è da recuperare subito per mercoledì…
"Assolutamente, però abbiamo una rosa che ci permette di fare qualche cambio e di prepararci al meglio. D’altra parte siamo l’Inter e vogliamo fare bene tutte le competizioni. Sicuramente non sottovaluteremo l'impegno di mercoledì".

Punto che può valere oro?
“Sono d’accordo, anche perché non puoi vincerle tutte altrimenti faremmo 120/130 punti. Ovviamente se non puoi vincere, non devi perdere, soprattutto quando stai davanti e oltretutto in un campo così difficile perché l’Atalanta è ormai da considerare da anni nell'élite della Serie A. Fanno la Champions, hanno un ottimo parco giocatori tanto è vero che oggi hanno sopperito bene alle assenze e questo dà ulteriore merito a loro però anche alle nostre capacità di creare sempre. Peccato che non siamo riusciti a trovare il gol decisivo ma bene a non averlo neanche subito".
Sezione: News / Data: Dom 16 gennaio 2022 alle 23:20
Autore: Egle Patanè
vedi letture
Print