Francesca Durante, portiere dell'Inter Women e della Nazionale italiana, torna nella sua Genova per gli impegni della squadra di Milena Bertolini. E ai microfoni de Il Secolo XIX spiega come è nata la sua passione per il calcio: "Mio padre è sampdoriano e a quattro anni mi portò a vedere Samp-Bologna, c'era anche mio fratello, che però si è addormentato durante la partita mentre io sono rimasta affascinata dai tifosi, dallo stadio. E dal calcio. Così ho iniziato e non ho più smesso. Il calcio mi è sempre piaciuto, ho sempre voluto diventare una calciatrice di alto livello anche se non pensavo che potesse diventare un lavoro.

Ora invece col professionismo posso vivere giocando a calcio. Questo significa avere maggiori diritti e maggiori doveri, avere maggiore tutela, significa avere una pensione quando si smetterà di giocare. Ora dobbiamo crescere dal punto di vista delle strutture e dell'organizzazione, siamo ancora indietro. Ma sono stati fatti passi avanti importanti, ora bisogna continuare. Sono molto emozionata per lunedì sera, in tribuna ci sarà la mia famiglia. Fare parte della Nazionale è un grande onore e il Brasile è una squadra forte, il modo giusto per iniziare a prepararci in vista del Mondiale”.

Sezione: Inter Femminile / Data: Ven 07 ottobre 2022 alle 19:48 / Fonte: TMW
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
vedi letture
Print