rassegna

CdS – Club penalizzati dal Covid-19, la Lega pensa ai rimedi: allo studio il reintegro di esclusi e svincolati

CdS – Club penalizzati dal Covid-19, la Lega pensa ai rimedi: allo studio il reintegro di esclusi e svincolati

Da Daniele Rugani in poi, sono stati 92 i calciatori di Serie A risultati positivi al Covid-19. Attualmente i casi nella massima serie del campionato italiano sono 28 e riguardano 13 squadre. Numeri che crescono, mentre le liste restano...

Stefano Bertocchi

Da Daniele Rugani in poi, sono stati 92 i calciatori di Serie A risultati positivi al Covid-19. Attualmente i casi nella massima serie del campionato italiano sono 28 e riguardano 13 squadre. Numeri che crescono, mentre le liste restano ferme a 25 giocatori in tutto, di cui massimo 17 “liberi”, 4 cresciuti in un vivaio italiano, altri 4 nel vivaio del club, senza alcun limite per i nati dopo l'1 gennaio 1998. Regolamento chiaro, ma al giorno d'oggi per alcuni club la coperta potrebbe risultare più corta del solito.

Ecco perché da giorni si discute in Lega "dell'opportunità di rivedere in via del tutto eccezionale i parametri - si legge tra le pagine del Corriere dello Sport -. Allungando il limite di 17 giocatori “liberi”, ragionando su numero compreso tra 3 e 5 tesserati in più". Se si dovesse arrivare a una direzione comune itra club, bisognerebbe poi presentare la richiesta alla Figc per l'approvazione della deroga stagionale: "non mancano i club favorevoli, nemmeno quelli contrari a un cambiamento in corsa e a mercato chiuso. Anche se proprio al mercato si guarderebbe principalmente per allungare la coperta, gli svincolati in circolazione non mancano e permetterebbero ad alcune società di rattoppare le rose in attesa di gennaio" prosegue il quotidiano romano, precisando anche che una soluzione immediata porterebbe al reintegro dei giocatori lasciati fuori dalla lista.