news

Schmeichel: “Eriksen? Esperienza traumatica. Quando è venuto a trovarci in ritiro qualcuno lo ha abbracciato forte”

Schmeichel: “Eriksen? Esperienza traumatica. Quando è venuto a trovarci in ritiro qualcuno lo ha abbracciato forte”

"Un'esperienza traumatica". Così Kasper Schmeichel, portiere della Nazionale danese, ha definito i momenti vissuti allo stadio Parken lo scorso 12 giugno, quando Christian Eriksen è stato colto da un malore improvviso...

Mattia Zangari

"Un'esperienza traumatica". Così Kasper Schmeichel, portiere della Nazionale danese, ha definito i momenti vissuti allo stadio Parken lo scorso 12 giugno, quando Christian Eriksen è stato colto da un malore improvviso nel match d'esordio di Euro 2020 con la Finlandia. Un dramma che, per fortuna, non si è trasformato in tragedia, tanto che a pochi giorni dall'accaduto il centrocampista dell'Inter ha fatto visita ai compagni in ritiro dopo essere stato dimesso dall'ospedale: "Penso che un paio di ragazzi lo abbiano abbracciato abbastanza forte - ha detto sorridendo alla CNN l'estremo difensore del Leicester -. Ma è stato davvero bello vederlo, in salute, e di buon umore. E' venuto mentre ci stavamo allenando, è stato bello vederlo. Ho avuto la fortuna di potere andare a fargli visita in ospedale e vederlo lì, ma tanti ragazzi lo vedevano per la prima volta. Quindi, naturalmente, gli allenamenti si sono fermati subito e tutti sono andati da lui. Rivederlo è stato davvero importante, ci ha dato la possibilità di concentrarci sulla partita col Belgio perché eravamo sotto pressione in senso calcistico. In campo, invece, abbiamo giocato con libertà e una forte identità".