Un blitz di pochi minuti, a due passi da un luogo simbolico come piazzale Loreto a Milano e alla vigilia del 25 Aprile. Un gruppo di una settantina di neofascisti ha srotolato uno striscione in corso Buenos Aires all'ora di pranzo di oggi con la scritta "Onore a Benito Mussolini". Hanno cantato per pochi minuti slogan fascisti, fatto saluti romani e poi se ne sono andati. Gli autori del gesto - spiega Repubblica - appartengono alle curve ultrà, visto che in fondo allo striscione c'è anche la scritta 'Irr', che fa pensare agli 'Irriducibili' della Lazio. 

Sull'identificazione degli autori del blitz è al lavoro la Digos di Milano, in collaborazione con quella di Roma e sotto il coordinamento del pm Alberto Nobili: si indaga sull'ipotesi di reato di "manifestazione fascista", prevista dall'articolo 5 della Legge Scelba del 1952. In realtà, secondo le prime indagini della Digos, ci sarebbero già 22 identificati: 19 ultrà laziali e 3 interisti (le tifoserie sono gemellate) e tra i primi ci sarebbe anche l'uomo che davanti allo striscione ha incitato gli altri a scandire il "presente" e a fare saluti romani, sarebbe un capo degli ultrà degli Irriducibili della Lazio.

Sezione: News / Data: Mer 24 Aprile 2019 alle 21:09
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print