focus

GdS – Mistero Hakimi: Inter infuriata con l’Uefa. Ma Synlab rivendica la correttezza del proprio operato

GdS – Mistero Hakimi: Inter infuriata con l’Uefa. Ma Synlab rivendica la correttezza del proprio operato

Resta un velo di mistero attorno alla vicenda della falsa positività al Covid-19 di Achraf Hakimi, 'fermato' dalla Uefa a poche ore da Inter-Gladbach dopo l'esito dell'ultimo tampone pre-gara. Il marocchino, dopo due...

Mattia Zangari

Resta un velo di mistero attorno alla vicenda della falsa positività al Covid-19 di Achraf Hakimi, 'fermato' dalla Uefa a poche ore da Inter-Gladbach dopo l'esito dell'ultimo tampone pre-gara. Il marocchino, dopo due test consecutivi che hanno dato esito negativo, ha raggiunto Genova e si è messo a disposizione di Conte per la gara delle 18 contro il Genoa di Rolando Maran. Ma intanto fa discutere la sua assenza dalla sfida di Champions, una situazione che - secondo Gazzetta.it - ha fatto infuriare parecchio il club nerazzurro, tanto che adesso valuterà come tutelare i propri interessi a ogni livello, magari intentando un causa vera e propria.Dal canto suo, Synlab, il laboratorio autorizzato da Nyon per fare i tamponi, rivendica la correttezza del proprio operato e il rispetto dei protocolli in tutte le fasi dell'operazione.