rassegna

CdS – Pessina al posto di Sensi all’Europeo, serve l’ok della Uefa: non impossibile un ‘no’ alla richiesta italiana

CdS – Pessina al posto di Sensi all’Europeo, serve l’ok della Uefa: non impossibile un ‘no’ alla richiesta italiana

Matteo Pessina al posto di Stefano Sensi all'Europeo? Serve l'ok della Uefa. Il regolamento del torneo prevede infatti la possibilità di sostituire uno o più calciatori della lista ufficiale infortunatisi...

Stefano Bertocchi

Matteo Pessina al posto di Stefano Sensi all'Europeo? Serve l'ok della Uefa. Il regolamento del torneo prevede infatti la possibilità di sostituire uno o più calciatori della lista ufficiale infortunatisi fino alla vigilia della prima partita in calendario, ma solo in casi precisi: malattia grave (compresa una positività al Covid-19 o un contatto con un positivo) o di incidente che pregiudichi la partecipazione alla manifestazione (comprovato da referti medici che vengono poi valutati dalla commissione medica della Uefa entro 48 ore dal ricevimento della documentazione).

L'ennesimo problema (uno stiramento) dello sfortunato centrocampista dell’Inter, in pratica una ricaduta, è apparso più serio (anche se non gravissimo), come ha testimoniato la risonanza magnetica effettuata ieri mattina a Firenze. - si legge oggi sul Corriere dello Sport -. A questo punto lo staff sanitario azzurro, coordinato dal professor Ferretti (membro della commissione medica Uefa) ha preparato la debita documentazione da inviare a Nyon. Si tratta ora di aspettare l’ok al taglio (col conseguente ingresso di Pessina) mentre Sensi resta a disposizione di Mancini. Remoto ma non impossibile un no alla richiesta italiana".