"Difficile spiegare tutto oggi" ammette Hakan Calhanoglu a Inter TV dopo il ko casalingo di questa sera contro l'Empoli che smorza l'entusiasmo della Supercoppa e rallenta ulteriormente la risalita in classifica. "Abbiamo perso una partita che vale molto per noi, che volevamo vincere e non lo abbiamo fatto. Abbiamo giocato con un avversario forte che gioca bene a calcio, eravamo già in difficoltà, in dieci è stato peggio, è stato molto difficile fare gol. L’arbitro ha deciso così e dobbiamo rispettarlo, ma non dobbiamo smettere di credere, anche se è difficile da dire perché tredici punti sono tanti. Dispiace molto per i nostri tifosi, che ci hanno dato una grande mano e non siamo riusciti a dargli qualcosa in cambio. Dispiace molto, ma come ho detto prima è stato molto difficile per noi". 



Sono mancati cinismo e lucidità?
"Credo che nel secondo tempo, anche in dieci ci abbiamo provato, in undici magari la musica sarebbe cambiata, ma oggi è andata così. Una partita con un giocatore in meno, è stato difficile ma dobbiamo guardare avanti, non possiamo fare altro". 

È un bene tornare subito in campo con la Cremonese?
"E certo. Dobbiamo cancellare subito questa partita, domani sarà un nuovo giorno con altra motivazione. Poi abbiamo l’Atalanta in Coppa. Si lavora, analizzeremo gli errori e continueremo a lavorare".

Sezione: News / Data: Lun 23 gennaio 2023 alle 23:22
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
vedi letture
Print