E' una buona annata per l'Inter Femminile, al primo anno con la denominazione ufficiale del club: +14 sulla seconda in campionato e promozione vicina. "C'è aria di derby, ora possiamo dirlo - ha detto a Sky Ilaria Pasqui, Women Football Project Manager dell'Inter - finora ho sempre evitato di parlarne per tenere alta la concentrazione, ora che siamo davvero vicini mi permetto di dire che se domenica ci sarà l'attesa vittoria questa ci darebbe la matematica certezza della serie A. La nostra squadra è un mix di giovani ed esperte, un progetto un po' diverso dagli altri club: l'Inter è entrata nel calcio femminile qualche anno fa partendo dal basso, dal settore giovanile. Ha costruito sette squadre e a ottobre 2018 ha completato la filiera con la prima squadra. L'obiettivo era salire in serie A partendo dai frutti del lavoro sul settore giovanile con una rosa di ottimo talento e facendo innesti di esperienza per il salto di qualità. E devo dire che ha funzionato. Il fatto che anche al Viareggio ci sino squadre femminili vuol dire che il mondo del calcio sta cambiando e si sta aprendo al calcio femminile con un riscontro positivo.

Da noi giocano ragazze soprattutto della regione Lombardia essendo dilettanti, le norme non ci consentono di andare troppo oltre ma osserviamo anche cosa accade fuori regione, l'Inter ha un settore giovanile importantissimo e ha una rete italiana, una serie di scuole e centri di formazione sui quali stiamo lavorando perché aprano settori femminili e si sviluppino in futuro.

Il Milan ha fatto un buon campionato, partiva da una base importante acquisendo il titolo del Brescia, ha fatto degli innesti di qualità, è partito con la possibilità di fare un buon campionato e lo ha fatto ma Fiorentina e Juventus hanno qualcosa in piu' e infatti si giocano lo scudetto".

VIDEO - NERAZZURLI - IL DERBY A QSVS, TRIPUDIO AL TRIPLICE FISCHIO: "E CI DOVEVANO AMMAZZARE..."

Sezione: Inter Femminile / Data: Mar 19 Marzo 2019 alle 16:11
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print