L'Inter ottiene il terzo successo in tre partite superando l'Udinese e vola al comando della classifica da sola. Questo il primo commento del tecnico nerazzurro Antonio Conte ai microfoni di Dazn: 

Che indicazioni riceve da questa gara? Come ha gestito la squadra la superiorità numerica?
"Ci sarà da lottare ogni partita, dovremo essere bravi. Oggi era una partita difficile, con giocatori forti. I tre punti sono meritati, ma l'Udinese è riuscita a rimanere sempre in partita. Noi dovevamo essere più cinici ma abbiamo sempre avuto l'affanno, in ripartenza Lasagna è bravissimo, anche Fofana è difficile da fermare. Ma bene così, dobbiamo lottare. Leggo troppe fesserie, ma noi dobbiamo fare il nostro percorso senza pensare a niente e nessuno. Dobbiamo pensare alla gara di Champions di martedì poi ci sarà il derby, sono sette partite in 23 giorni dove avremo grandi risposte. Tutti dovranno dire e fare il loro, ma sono contento perché ho avuto buone risposte da Politano e Gagliardini, ho tolto Barella perché ammonito ma anche lui ha fatto una buona gara. Dobbiamo lavorare sapendo che la strada è lunga, stiamo gettando le basi ma sappiamo che vogliamo essere una squadra rognosa". 

Una battuta su Candreva?
"Antonio penso che a parte la mezza fesseria alla fine ha fatto bene. Col Cagliari era stato meno decisivo, col Lecce ha fatto bene. E' in fiducia, come tutti i giocatori della rosa sa la fiducia che ripongo in loro. Dobbiamo lavorare sapendo che non sarà semplice, il livello del campionato si è alzato".

Godin molto più abile in fase di spinta che non in copertura. Come mai lui a destra?
"Abbiamo fatto tutto il precampionato in questa maniera, De Vrij centrale mi dà grandi garanzie, nella fase di non possesso e di possesso sa leggere bene l'azione. Ha fatto bene tutta la pre-season, poi Godin ci dà esperienza e solidità, oltre a un discreto piede. Chiedo sempre ai centrali di essere i primi costruttori di gioco, spesso si crea superiorità numerica e sto creando soluzioni per non farci trovare impreparati. Non giocava da due mesi, faceva caldo, eppure ha giocato bene soffrendo il giusto. Sono contento".

Oggi Brozovic è stato marcato a uomo.
"Ho detto ai ragazzi di essere bravi a partire dalla fase difensiva e a cercare le ripartenze. Questi sono punti pesanti contro una squadra che farà soffrire tanti". 

Se il primo tempo fosse finito 0-0 e a parità di uomini, avrebbe continuato così dopo la ripresa?
"All'inizio no, magari dopo avrei provato a mettere due costruttori di gioco con un'altra punta. La cosa positiva è essere riusciti a lavorare su un altro sistema di gioco, questo è positivo. Più conoscenze hanno i calciatori, più si è imprevedibili e si hanno possibilità di cambiare. Sanchez è un giocatore costruttivo, noi dobbiamo fare cose nuove e oggi abbiamo una soluzione alternativa al 3-5-2, questo è molto importante". 

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 14 Settembre 2019 alle 23:12
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print