Girona, Tenerife, Huesca: dopo tre anni in Spagna, Samuele Longo, attaccante classe 1992, vincolato all’Inter da un contratto che scadrà nel giugno del 2020, rientra in Italia e si trasferisce alla Cremonese, con la modalità del prestito. Leandro Rinaudo, direttore sportivo del club grigiorosso, in esclusiva per FcInterNews.it, spiega i vari step del trasferimento dell’ex canterano alla corte di mister Massimo Rastelli.

Direttore, come è andata la trattativa con l’Inter per Samuele Longo?
“Abbiamo valutato diversi profili sul mercato per ciò che riguarda il ruolo di attaccante. Longo, ovviamente, rientrava tra questi. In un secondo momento, poi, abbiamo appurato con l’entourage del giocatore se ci fosse o meno la possibilità di farlo rientrare dalla Spagna”.

E così è stato.
“Sì, questa situazione con l’andare dei giorni si è fatta sempre più concreta e abbiamo deciso di puntare su Samuele”.

E lo avete preso in prestito fino al termine della stagione.
“Longo ha ancora tanto da dare: è molto professionale, ha qualità importanti sia tecniche che tattiche e poi è nel pieno della maturità. Siamo molto contenti di averlo con noi e non ho dubbi che saprà dare il suo contributo alla causa grigiorossa”.

Si conferma un ottimo rapporto con la società nerazzurra in sede di mercato.
“È vero. Abbiamo fatto due operazioni per il settore giovanile e due per la prima squadra (Emmers, ndr). Abbiamo un buon rapporto con tutta la direzione tecnica, Marotta, Ausilio, Baccin e Samaden, così come abbiamo ottimi rapporti anche con altre società”.

Sezione: Esclusive / Data: Gio 7 Febbraio 2019 alle 20:24
Autore: Giuseppe Granieri
Vedi letture
Print