C'è un'Inter con Luciano Spalletti e un'Inter con Antonio Conte. A seconda di chi guiderà i nerazzurri nella prossima stagione, la dirigenza ha pronto il piano per il mercato. In mezzo, i confermati, buoni sia per l'uno che per l'altro. E allora oggi la Gazzetta dello Sport si diverte a immaginare come sarebbe un'Inter ancora con il tecnico toscano in sella e come sarebbe, invece, quella nuova con l'ex manager del Chelsea al comando.

L'INTER CON SPALLETTI - Difesa confermata in blocco, a rischio solo Dalbert. In entrata Godin e Danilo. Politano verso il riscatto, si lavora su Keita che il tecnico toscano vorrebbe trattenere. Bergwijn l'erede designato di Perisic, mentre a livello di punte servirebbe un'alternativa credibile a Lautaro. 

L'INTER CON CONTE - Con l'ex c.t. azzurro si cambia modulo e si passa alla difesa a tre e alle due punte: 3-5-2. Lukaku o Dzeko al fianco di Luataro, visto che Icardi probabilmente lascerà Milano. Keita non sarebbe riscattato, in bilico Perisic. Danilo tornerebbe ottimo anche per Conte come alternativa a tutta fascia a D'Ambrosio sulla destra. Stesso discorso per Godin, che completerebbe la linea difensiva. E Bastoni potrebbe restare per ampliare le scelte lì dietro.

I PUNTI FERMI - Proprio Godin, come detto, farebbe comodo tanto a Spalletti quanto a Conte. Idem per Danilo. Confermatissimi pure Brozovic e Nainggolan. Un terzo titolare di qualità è un’aggiunta obbligata in mediana. Le differenze possono andare sulle caratteristiche del prescelto: Spalletti preferirebbe un regista dalle spiccate qualità di palleggio (Gündogan), Conte potrebbe scegliere una mezzala di potenza e incursione (Pellegrini). Mentre per l'attacco si va verso l'aggiunta di almeno un elemento di esperienza, con Dzeko che potrebbe mettere d’accordo entrambi i tecnici.

VIDEO - VIERI-RECOBA, SFIDA A TENNIS CON MESSAGGIO A... CUPER

Sezione: Copertina / Data: Ven 3 Maggio 2019 alle 08:15 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print