L'emendamento dell'articolo 13 del decreto salva calcio, che ha come obiettivo quello di anestetizzare la drammatica esposizione del calcio verso il fisco, prevedrebbe la possibile "rateizzazione fino a un massimo di 60 rate mensili di pari importo, con il versamento delle prime tre rate entro il 22 dicembre 2022". Come riportato dal Fatto Quotidiano l’Inter nel 2022 non ha saldato Irpef e contributi per circa 50 milioni.

Al secondo posto con 40 milioni c'è la Lazio di Lotito, poi la Roma a 38 milioni di euro, la Juventus a quota 28, più in basso il Napoli con circa 25, sotto i 15 la Fiorentina.

Sezione: News / Data: Dom 04 dicembre 2022 alle 20:34
Autore: Raffaele Caruso
vedi letture
Print