Dopo il triplice fischio di San Siro, anche Alessandro Bastoni si sofferma in zona mista per un'analisi a caldo di Inter-Hellas Verona. FcInterNews.it, sul posto con la propria inviata, vi riporta le sue dichiarazioni. 

Prestazione notevole da parte tua.
"Faccio quello che mi chiede il mister, mi sta dando fiducia e voglio ripagarla al meglio possibile".

Hai sostituito un totem come Godin a San Siro, non era facile.
"Sto vivendo un sogno. Essere affiancato a nomi come Godin, De Vrij e Skriniar è davvero un sogno, spero che non finisca mai".

FcIN - Quest'estate quando sei uscito dalla sede dell'Inter ti saresti aspettato tutto questo spazio?
"No, sono arrivato in punta di piedi consapevole di dover crescere e migliorare. Detto ciò, me lo auguravo perché tutti vogliono giocare. Cerco di rubare i segreti dalla gente più esperta e spero si vedano i risultati".

Quanto vale questa vittoria?
"Per noi era fondamentale prendere questi tre punti per superare la Juve e mettere pressione. Siamo consapevoli della nostra forza, per arrivare in alto bisogna passare da queste partite".

La sosta arriva al momento giusto?
"Penso di sì, abbiamo diversi infortunati e al ritorno potremmo avere la squadra quasi al completo".

FcIN - Faraoni ha detto che la Juve ha concesso più dell'Inter. Questo quanto significa per voi?
"Ogni partita è a sé, noi guardiamo in casa nostra cercando di migliorare giorno per giorno".

Quanto è importante Conte per voi giovani?
"Il mister non poteva capitarmi in un momento migliore, penso sappia lanciare i giovani come nessun altro. Mi aiuta molto sia dal punto di vista mentale che tecnico, lo ringrazio tanto".

Siamo alla dodicesima giornata, l'Inter è prima. Cosa vuol dire?
"Vuol dire che stiamo facendo un buon lavoro, che siamo neanche a metà campionato e che dobbiamo continuare così".

Sezione: News / Data: Sab 9 Novembre 2019 alle 20:59 / Fonte: dall'inviata Egle Patanè
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print