Nel suo curriculum – nonostante la giovane età – può già̀ vantare una promozione in Serie A e una salvezza incredibile in terza Serie. E il suo lavoro in Cina nell’Inter Academy è stato particolarmente apprezzato dai ragazzi e dai dirigenti nerazzurri. Figlio d’arte, Kevin Cauet non ha mai nascosto il suo tifo per la Beneamata. E in esclusiva per FcInterNews si espone pubblicamente sulla stagione nerazzurra e sul possibile grande mercato di Suning.

Iniziamo parlando di lei. Come procede la sua carriera?
“Bene. Dopo aver conquistato da vice allenatore la massima divisione con Botev Vratsa, in Bulgaria, mi sono trasferito al Concarneau. Mio padre Benoît era il primo allenatore, io il suo vice. Abbiamo preso una squadra vicina alla retrocessione. Siamo riusciti a centrare la salvezza e a valorizzare molti giovani elementi della rosa. Il Presidente ci ha ringraziati e ora noi siamo pronti per la prossima sfida, che sia in Serie A o nella cadetteria”.

Intanto lavora in tv.
“Mi piace molto il ruolo dell’opinionista. Posso spiegare alle persone che ci guardano gli schemi, le tattiche, la mia interpretazione della partita. Pare anche che sia apprezzato, quindi bene così”.

Come giudica la prima stagione di Conte?
“Molto positiva. In termini di punti basta leggere l’almanacco con le ultime stagioni per vedere un netto miglioramento. Poi la società̀ sta diventando sempre più forte. Se prendi Marotta e Conte significa che vuole tornare a livelli altissimi. Ti stai avvicinando alla Juventus, non hai ridotto totalmente il gap, però stai lavorando per quello. C’è chi parla di rammarico, ci sta. È giusto pure averlo perché chi non ha rammarico, non ha ambizione. E l’Inter è un top club. Peccato per le due sconfitte contro la Juve e quella con la Lazio”.

Il suo connazionale Kantè sarebbe utile alla causa nerazzurra?
“Assolutamente. Lo prenderei subito. Lui e Allan sarebbero i profili ideali per il salto decisivo per la squadra”.

Sarà un mercato Scudetto?
“Me lo auguro. La Juventus ha due formazioni. L’Inter una e mezzo e lo si è visto nel post Covid”.

Quest’oggi il canale PPTV di proprietaà di Suning, che trasmette le gare della Serie A, per presentare Inter-Napoli, ha mostrato il Duomo di Milano con il riflesso di Leo Messi.
“Suning a livello di potenza economica non avrebbe mai e poi mai problemi a prendere Messi. Il discorso da affrontare è quello di inserirlo in un bilancio e di quadrare i conti. Il calcio ormai prevede investimenti che possano fruttare. Quando vengono rispettati tali presupposti, ecco che scatta l’affare”.

VIDEO - LAUTARO SMENTISCE ANCHE TRAMONTANA, CHE GOL DI MARTINEZ

Sezione: Esclusive / Data: Mer 29 luglio 2020 alle 17:15
Autore: Simone Togna / Twitter: @SimoneTogna
Vedi letture
Print