rassegna

De Zerbi: “Inter e Chelsea vincenti con la difesa a tre? Preferirei perdere una finale con Guardiola in panchina”

De Zerbi: “Inter e Chelsea vincenti con la difesa a tre? Preferirei perdere una finale con Guardiola in panchina”

"Qualche club italiano mi ha chiamato, non mi chieda quale. Non voglio nemmeno valutare se quelle squadre avrebbero potuto fare un po’ di più per convincermi. Io credo che la scelta sia giusta: quello che mi fa stare bene...

Alessandro Cavasinni

"Qualche club italiano mi ha chiamato, non mi chieda quale. Non voglio nemmeno valutare se quelle squadre avrebbero potuto fare un po’ di più per convincermi. Io credo che la scelta sia giusta: quello che mi fa stare bene è lavorare a modo mio". Così Roberto De Zerbi, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, sul suo passaggio allo Shakhtar Donetsk.

Raspadori può essere l’uomo del destino all’Europeo?"E’ molto forte. E la Nazionale gioca un calcio che gli si addice Ha già dimostrato di poter fare la differenza in Serie A".

E’ una punta alla Aguero?"Il ruolo è quello, le caratteristiche anche. Ma non è solo bravo in area di rigore. Quando si abbassa a cucire il gioco lo fa con una qualità e una classe da numero 10. Sa far giocare la squadra ed è bravo a finalizzare. Negli spazi stretti diventa micidiale. E poi ha forza, non è vero che è limitato fisicamente: l’altezza non è tutto. In campo è fastidioso, tignoso, non molla mai. Ci ha messo poco a conquistarmi. Nel mio primo anno al Sassuolo è venuto in ritiro con noi e abbiamo capito subito quanto fosse bravo. Alla fine di quella stagione l’ho fatto esordire e poi è stato stabilmente con la prima squadra. Non ha avuto spazio prima perché in rosa c’erano Caputo e Defrel".

Cosa significa giocare bene?"Non l’ho ancora capito, me lo spiega lei? Io credo che significhi essere organizzati e far rendere al massimo i propri giocatori. E poi bisogna intendersi sulle cose. Ad esempio, quando si parla di equilibrio, in Italia lo facciamo sempre con una prospettiva difensiva: se una squadra non tira mai in porta, ma non subisce contropiede diciamo che ha equilibrio. Se invece crea tantissimo e concede qualcosa diciamo che non ha equilibrio. Mah...".

L’Inter in campionato e il Chelsea in Champions hanno vinto blindando la difesa. E’ sempre quella la chiave?"Quando un allenatore propone una cosa, lo fa perché ne ha studiato l’efficacia e anche perché rappresenta bene le sue idee. Tuchel è un grandissimo, ma io preferirei perdere la finale di Champions con Guardiola in panchina piuttosto che vincerla con un altro tecnico. E il City comunque ha dominato la Premier con la miglior difesa".