Milan Skriniar si racconta i microfoni di Dazn, ripercorrendo la sua carriera dagli esordi nello Zilina fino all'arrivo a San Siro. "Ho cominciato a gicoare a calcio a 4 anni. Nella mia famiglia mio padre, mio fratello e il nonno hanno giocato a calcio. Mio padre era cenrocampista. Io gioco da quattro o cinque anni da difensore, prima ero centrocampista anch'io. Tante volte nei primi anni sentivo la nostalgia di casa. Sono andato via che avevo 11 anni. Appena i miei genitori avevano tempo venivano a trovarmi, devo ringraziarli".

Quindi, l'approdo in Italia, alla Sampdoria. E il passaggio al Meazza da avversario. "Quando sono venuto a giocare la prima partita a San Siro con la Sampdoria ho fatto subito foto a tutto quello che c'era attorno. Siamo anche noi emozionati quando entriamo nello stadio". Piccolo 'problema' al suo arrivo nell'Inter, un nome non così gradito ai tifosi interisti. Lo slovacco ride: "I ragazzi mi chiamano 'Skri'. I tifosi se hanno difficoltà a dire il nome possono chiamarmi così o semplicemente Skriniar". 

Quindi al difensore viene chiesto di usare un aggettivo per ogni compagno. "Handanovic? Professionalità. Brozovic? Divertimento, per gli scherzi che fa. Icardi? Personalità, bomber. Spalletti? Il boss che comanda. Non so se basta una parola". Proprio il tecnico ha detto in conferenza che il centrale, fosse in lui, varrebbe 100 milioni "più mancia". "Ho visto questo video su internet ma non so se era uno scherzo o no. Come ho detto prima non penso a queste cifre di cui si parla. Penso al mio lavoro e a farlo come meglio crede. Oggi non penso a lasciare l'Inter. Per la Juve? Nemmeno. Non li ho mai battuti ma spero di farlo quest'anno. Questi gol segnati spesso negli ultimi 15' fanno capire che siamo una squadra forte e che ci crediamo fino alla fine. L'obiettivo è sempre stare più vicino possibile alle zone alte e poi vedremo".

VIDEO - ACCADDE OGGI - CRUZ, PUNIZIONE CAPOLAVORO NEL 3-0 ALL'ANCONA

Sezione: News / Data: Ven 9 Novembre 2018 alle 10:13 / articolo letto 8752 volte
Autore: Mattia Todisco