news

Amoruso: “L’Inter probabilmente sarà meno forte, obiettivo centrare la Champions”

Amoruso: “L’Inter probabilmente sarà meno forte, obiettivo centrare la Champions”

L'ex attaccante Nicola Amoruso è intervenuto come ospite a TMW Radio parlando anche della prossima Serie A. L'Inter con Inzaghi potrà lottare per lo scudetto? "L'Inter sarà rivista, di certo...

Alessandro Cavasinni

L'ex attaccante Nicola Amoruso è intervenuto come ospite a TMW Radio parlando anche della prossima Serie A.

L'Inter con Inzaghi potrà lottare per lo scudetto?"L'Inter sarà rivista, di certo ha un ruolo complicatissimo: deve provare a vincere ancora, pur con una squadra che probabilmente varrà meno di quest'anno. Il vero obiettivo credo sia entrare in Champions".

Cosa può cambiare alla Juve con Allegri?"Piaccia o meno è uno che ha vinto, che ha fatto bene nell'ambiente juventino. Ha un gran rapporto con Agnelli, tornato un po' sui suoi passi. Sa gestire bene il gruppo e tornerà da padrone".

L'addio di Paratici era scontato?"Per me sì, è stato importante nella scelta del dopo-Allegri. La sua partenza penso proprio sia dipesa dal ritorno di Allegri".

Che ne sarà di Dybala e Ronaldo?"Credo che anche per Ronaldo possa esserci il trattamento Paratici. Ho questa sensazione, che vada via perché i due non possono lavorare insieme. Sarà messo magari al centro Dybala, nonostante un anno complicato. Sono convinto che rimarrà e rinnoverà, oltre a nuovi movimenti in attacco".

Icardi?"Potrebbe essere una pista molto calda. Il PSG non ha problemi di ingaggio, penso sarebbe perfetto per Allegri che non gli chiederebbe troppo nella manovra ma solo di buttarla dentro".

Convinto da Mourinho alla Roma?"Non mi convince. Di certo sull'aspetto comunicativo è un gran colpo per la Roma. Mourinho è uno che ha vinto tanto ma anche molto sanguigno, non le manda a dire. Secondo me potrà far bene, non so però se puntando seriamente allo Scudetto. Certo, da uno come Mou aspettiamoci di tutto, nel bene e nel male".

Napoli è la piazza giusta per Spalletti?"La scelta di De Laurentiis è intelligente, anche se sono due personalità molto forti. Spalletti è uno che ascolta ma fino a un certo punto... Aveva comunque voglia di tornare ad allenare, lo farà in una piazza come Napoli. Non facile, ma sa cosa chiedere ai giocatori ed ha una squadra che sta maturando sempre di più. Mi aspetto anche qualche colpo di mercato".