Intervistato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport a margine dell'evento 'Festival dello Sport' dedicato all'Inter del Triplete, Javier Zanetti si è così espresso sul grandioso successo del 2010 e sull'allora presidente Massimo Moratti: "Nel momento della vittoria eravamo tutti felici per quello che avevamo fatto. Moratti si meritava più di tutti questo traguardo per gli sforzi fatti, e non solo quelli economici. Rimarrà sempre nella storia per il cuore e la passione che ci ha messo". 

Icardi può diventare una bandiera?
"Me lo auguro, lui tiene tantissimo all'Inter e lo sta dimostrando. L'ha sempre detto. Lo vedo felice all'Inter, sper possa continuare per tanto tempo". 

L'Inter può battere Messi?
"Credo di sì, nel calcio è tutto equilibrato, le squadre possono in qualsiasi momento dare grandi risposte sul campo. L'Inter preparerà al meglio la partita sapendo che avrà di fronte un grande avversario".

C'è stato un momento in cui vi siete sentiti sicuri di poter vincere tutto? 
"Sicuri no, nel calcio non si sa mai. Però c'era grande voglia di arrivare in fondo in tutte le competizioni. C'era un gruppo che prima che di calciatori era fatto di uomini, e questo si è visto in tutte le partite che abbiamo affrontato".

C'è qualcosa di Mourinho che rivedi in Spalletti?
"Sono due allenatori diversi, affrontano le partite alla loro maniera e hanno una personalità differente. Spalletti sta facendo un ottimo lavoro con noi e spero che possa continuare così".

Chi è più forte tra Higuain e Icardi?
"Anche questo è un bel derby Sono entrambi due grandi attaccanti e lo stanno dimostrando da tanti anni. Anche per questo credo che sarà un derby con tanti gol". 

Milito le ha consigliato Lautaro. Com'è andata?
Ne parlavamo da tanto tempo, appena abbiamo capito che c'era la possibilità di poter fare una trattativa lo abbiamo portato a termine. E' giovane, ha solo 21 anni ma le cose che ha fatto vedere fanno ben sperare per il futuro". 

Può giocare con Icardi? 
"Questo lo deciderà il mister. E' lui che lo vede tutte le settimane, ma quando ci sono dei grandi giocatori possono giocare sempre".

VIDEO - LAUTARO, CHE PRESTAZIONE CON L'IRAQ: GOL, SPONDE, DRIBBLING. E ICARDI SE LO "GODE"... DAL TRONO

Sezione: Focus / Data: Ven 12 Ottobre 2018 alle 17:18 / articolo letto 3167 volte
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8