"Ho festeggiato a casa, è stata una grande soddisfazione anche se rimane il rammarico di non aver potuto vivere allo stadio questa vittoria. Ci consoliamo con le soddisfazioni che ci ha regalato la squadra durante l'anno". Intervenuto sulle frequenze di TMW Radio, Gianfelice Facchetti commenta con queste parole lo scudetto aggiunto alla bacheca dell'Inter.

A chi dedicare un pensiero?
"Ai capitani di questo periodo, tra l'Inter del Triplete e questa nuova Inter. Il primo pensiero va ad Handanovic, di cui viene sottovalutato l'apporto, e poi Ranocchia, un altro leader che ha vissuto una fase non semplice dell'Inter".

Si può aprire un ciclo?
"Le premesse ci sono tutte, la squadra ha un'età media buona, ci sono tanti giovani italiani forti che possono crescere e dare un futuro. C'è una guida tecnica consapevole che ha le redini di tutto. E poi l'Inter ha trovato la quadra con dirigenti come Marotta. Ora si deve cercare di non smantellare tutto questo grande lavoro fatto. Credo possa avere tutto per aprire un ciclo".

Cosa chiederebbe a Conte per il prossimo anno?
"Solo di restare. Oggi è il momento di godersi la festa". 

Suo padre avrebbe apprezzato Conte?
"Già ai tempi della Juventus disse che se avesse allenato l'Inter, ne sarebbe stato il primo tifoso. E ha avuto grande coraggio. Ha capito poi quest'anno, in un momento storico così delicato, di essere una figura di riferimento. In pochi sarebbero stati capaci di tenere compatto l'ambiente. Mio padre avrebbe condiviso totalmente il mood con cui Conte si è avvicinato all'Inter".

VIDEO - TRAMONTANA FESTEGGIA IL TRICOLORE IN STUDIO: "A MAURO BELLUGI"

Sezione: News / Data: Lun 03 maggio 2021 alle 18:32 / Fonte: TMW
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print