"L’ultima volta che sono stato a San Siro ho passato una brutta giornata. Il campo era bagnato e io, che indossavo scarpini con le lamelle, scivolavo continuamente. Sfruttando una mia scivolata il Milan andò a segno. Iachini mi rimproverò. Aveva ragione. Da quel giorno uso sempre i tacchetti". Lo ricorda alla Gazzetta dello Sport Ismael Bennacer, regista dell'Empoli che domenica affronterà l'Inter in un match al cardiopalma.

Con l’Inter è una sfida senza appello.
"Dobbiamo partire forte e non lasciare niente ai nerazzurri. Per riuscirci non basterà l’Empoli delle ultime tre vittorie. Dovremo dare ancora di più. Dell’Inter temo tutti. In particolare Lautaro Martinez".

Dopo il doppio k.o. con Spal e Bologna sembravate in B.
"Andreazzoli è stato straordinario. Ci ha convinto che potevamo vincere tutte le altre partite. Lui ci credeva. Noi ci siamo fidati. Adesso abbiamo una città intera che ci spinge. Nell’allenamento di rifinitura prima della partita contro il Torino sono venuti in mille a trasmetterci il loro entusiasmo".

Domenica sarà importante anche il risultato di Fiorentina-Genoa.
"Noi dobbiamo pensare solamente a fare punti contro l’Inter. Poi al fischio finale chiederemo come è finita la partita di Firenze".

VIDEO - VICTOR MOSES AL FENERBAHCE, STRARIPANTE MIX DI POTENZA E CORSA

Sezione: L'avversario / Data: Ven 24 Maggio 2019 alle 10:02 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print