Le leghe calcistiche nazionali, riunite nell’associazione European Leagues, prendono posizione contro il progetto di una Superlega europea voluto dai grandi club del Vecchio continente e emerso dalle carte della nuova inchiesta Football Leaks. Con un comunicato, Epfl ha ribadito la sua forte opposizione alla creazione di una Superlega chiusa, senza retrocessioni e basata sulle franchigie, sottolineando di supportare il modello sportivo europeo, basato su una struttura a piramide in cui i meccanismi di promozione e retrocessione e i meriti sportivi dei club sono al centro di qualsiasi competizione.

Questo è quanto si legge nella nota: "I campionati nazionali sono al centro del gioco in tutta Europa per tutti gli attori del calcio: giocatori, club, campionati, federazioni nazionali e, soprattutto, tifosi. Le proposte per una Super League chiusa avranno implicazioni serie e durature per la sostenibilità a lungo termine del calcio professionistico in Europa. In questo contesto, le leghe europee nazionali supportano pienamente la Uefa nella gestione e organizzazione delle competizioni europee per club e condividono con la Uefa il principio comune di proteggere e migliorare l'equilibrio competitivo nel calcio europeo". 

VIDEO - ICARDI ACCIUFFA IL BARCELLONA, TRAMONTANA SI SCATENA

Sezione: News / Data: Gio 8 Novembre 2018 alle 02:30 / articolo letto 3808 volte
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A