Lautaro Martinez è il presente e soprattutto il futuro dell'Inter. L'ex Racing ha passato l'esame "di italiano" al primo anno e in vista della prossima stagione si candida a essere un protagonista, proprio come lo è stato già in questo 2019. "Nell’agenda della dirigenza nerazzurra non è ancora previsto un tavolo per il rinnovo del contratto del numero 10, ma non è un mistero che blindare Lautaro alla voce «stipendio» sia più di un’opzione - suggerisce la Gazzetta dello Sport -. Pagato 22 milioni di euro (più 3 di bonus), l’ex attaccante del Racing di Avellaneda ha firmato un contratto di 5 anni, sino al 2023, con ingaggio di 1,5 milioni a stagione e clausola rescissoria da 111 milioni, uno in più di Icardi. Un bello stipendio, certo, che però lo mette in ultima fila tra gli uomini d’attacco nerazzurro considerando le buste paga, che vanno dai 4,5 milioni più bonus di Maurito al milione e seicentomila euro guadagnato da Politano, passando per i 3 milioni di Candreva e Keita. Ecco perché allungare il contratto, ritoccare verso l’alto l’ingaggio e modificare (o addirittura togliere) la clausola sarà una mossa che l’Inter presto o tardi farà. Magari mettendo le basi del nuovo accordo già a fine campionato, con la Champions League in tasca".

D’altronde Lautaro non ha deluso, né sotto l'aspetto professionale né sotto quello del campo, prendendosi le sue belle responsabilità pure nei big-match. E una spinta in più per la sua crescita potrà arrivare anche dalla Coppa America che dal 14 luglio prenderà il via in Brasile. Lui è praticamente sicuro di esserci, come ha confermato il c.t. Lionel Scaloni.

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - DANILO, IL TRENO BRASILIANO DELLA FASCIA DESTRA

Sezione: Rassegna / Data: Mer 24 Aprile 2019 alle 08:54 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print