Con l'arrivo di Vidal diventa ancora più folta la truppa a centrocampo, visto che al momento le cessioni hanno riguardato (o stanno riguardando, se si pensa alle trattative più vicine alla chiusure) zone del campo diversa da quella nevralgica. "Il giocatore che probabilmente risentirà meno dell’arrivo di Vidal, è Nicolò Barella - scrive Tuttosport -. Per il centrocampista sardo non servono biglietti da visita: si sa calare perfettamente tanto nel ruolo di mezzala nel 3-5-2, che in quello di mediano in un 3-4-1-2, e lo ha dimostrato anche durante la passata stagione, esplodendo nella fase finale di Europa League. L’altro pupillo di Conte, insomma, non dovrebbe vedere il suo minutaggio ridimensionarsi più di tanto".

Cambiano le cose per Eriksen, Nainggolan e Sensi, sempre secondo il quotidiano. "Il danese, con l’arrivo di Vidal, è quello che rischia di vedere il campo meno di tutti. Paga il fatto di non essere mai riuscito a capire come sistemarsi nel 3-5-2 che ormai è il vestito più adatto per l’Inter e il non aver mai saputo lasciare il segno anche quando Conte gli ha provato a modellare addosso l’altro modulo. Anche non aver mai legato molto con il tecnico non spinge le quotazioni dell’ex Tottenham, che a questo punto si troverebbe nella scomoda posizione di essere solo una seconda scelta. Per questo, se prima della fine del mercato arrivasse un’offerta da 35-40 milioni, il club la prenderebbe in considerazione", è quel che si legge.

Quanto a Nainggolan al momento è il più simile a Vidal per caratteristiche, anche per questo potrebbe finire al Cagliari verso fine mercato.  Sensi è invece un altro giocatore che potrebbe "riciclarsi" in altra veste, visto che può giocare in regia nel 3-5-2 e che in quel ruolo Brozovic potrebbe essere sacrificato per fare cassa. 

VIDEO - IL COMPLEANNO DEL "VERO" RONALDO: QUANTE MAGIE PER IL FENOMENO

Sezione: Rassegna / Data: Mar 22 settembre 2020 alle 10:14
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print