Il Giudice Sportivo dott. Gerardo Mastrandrea ha deciso di comminare una multa da 10mila euro all'Inter e ha ordinato la chiusura con sospensiva di un anno per un turno del secondo anello verde, quello occupato dalla Curva Nord, in conseguenza dei cori razzisti che si sono uditi all'indirizzo di Koulibaly nel corso del match di domenica scorsa contro il Napoli. Ecco le motivazioni scritte che hanno portato a questa decisione, così come riportato nel comunicato ufficiale diffuso dalla Lega Serie A: 

"Il Giudice sportivo, rilevato che dalla relazione della Procura federale risulta che numerosi sostenitori della Soc. Internazionale (l’80% dei circa settemila spettatori collocati nel settore dello stadio denominato “secondo anello verde”), al 20° del secondo tempo, indirizzavano al calciatore del Napoli n. 26 Koulibaly cori espressivi di discriminazione razziale; valutata l’evidente rilevanza disciplinare di tale comportamento ex art. 11, n. 3, CGS per la sua “dimensione” e per la sua “reale percezione”, come precisato dai collaboratori della Procura federale, opportunamente posizionati, e segnalato dallo stesso Direttore di gara, che disponeva regolare annuncio dall’altoparlante dello stadio; considerato che sussistono le condizioni per la concessione del beneficio di cui all’art. 16, n. 2bis, CGS;

PQ.M. delibera di sanzionare la Soc. Internazionale con l’obbligo di disputare una gara con il settore 197/522 denominato “secondo anello verde” privo di spettatori, disponendo che l’esecuzione di tale sanzione sia sospesa per un periodo di un anno con l’avvertenza che, se durante tale periodo sarà commessa analoga violazione, la sospensione sarà revocata e la sanzione sarà aggiunta a quella inflitta per la nuova violazione". 

"Ammenda di € 10.000,00 : alla Soc. INTERNAZIONALE per avere suoi sostenitori, più volte nel corso della gara, intonato cori insultanti di matrice territoriale nei confronti dei sostenitori della Soc. Napoli". 

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 2 Maggio 2017 alle 18:11
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture