Si avvicina il momento della verità tra Juventus e Inter, avversarie domani sera all'Allianz Stadium. Il campo dirà quanto è grande la differenza tra le contendenti, ma i nerazzurri, secondo quanto scrive Mario Sconcerti sul Corriere della Sera, partono con qualche certezza in più rispetto alla passata stagione. "L'Inter adesso ha molti giocatori capaci di segnare, quindi può vincere qualunque partita, anche quelle giocate male. L'anno scorso bloccato Icardi, fermata l'Inter. E' questa disponibilità all'impresa quotidiana che tiene in partita l'Inter anche contro un avversario lontano come la Juve".

Sempre secondo Sconcerti, "per avvicinarsi alla Juve, l'Inter deve trovare un salto di qualità definitivo anche da Spalletti. Al momento attuale la sua differenza con i risultati di Allegri è la più netta nel confronto complessivo delle squadre. Spalletti è un ottimo allenatore, molto realista, furbo, pratico, ma ha vinto praticamente niente. Ed ha allenato grandi squadre. La sua differenza è nell'aria, ma non pesa mai come quella di Allegri e Conte".

Sezione: Rassegna / Data: Gio 6 Dicembre 2018 alle 11:14 / articolo letto 7981 volte
Autore: Mattia Todisco