Sono Milan Skriniar e Samir Handanovic le due facce della medaglia dell'Inter che ieri ha sbancato lo Stirpe battendo 3-1 il Frosinone l'Atalanta. Quella dell'ex Samp è la più bella, secondo la Gazzetta dello Sport, tanto da meritarsi la palma del migliore nerazzurro con 7 in pagella: "Muro, non c'è altra definizione e non si offenda Samuel per un soprannome scippato. Incontenibile anche nell'area avversaria, chiedere a Chisbah per conferma. Non c'è pallone alto che non domini, non c'è pallone vagante sulla trequarti su cui non si avventi col suo piedone".

Fa da contraltare allo slovacco il portiere, che a questo giro porta a casa una bocciatura (voto 5): "Sul gol di Cassata c'è la sua firma: con la mano non riesce a deviare con forza il pallone in angolo. Dopo due clean sheet di fila, niente tris: il record si allontana. Per il resto la serata è complicata giusto per il vento freddo. che sposta le traiettorie dei palloni alti. Ma lui resta a riposo". Con Handa anche altri due insufficienti: Politano e Borja Valero, rispettivamente con 5,5 e 5. Bene o molto bene tutti gli altri: 7 Nainggolan, D'Ambrosio e Vecino 6,5, 6 per De Vrij, Asamoah, Perisic, Icardi Keita e Gagliardini.  

VIDEO - FROSINONE-INTER, LA GIOIA E' NEL FINALE: SOLO VECINO FERMA LA FURIA DI TRAMONTANA

Sezione: Focus / Data: Lun 15 Aprile 2019 alle 08:20
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print