Antonio Conte è il convitato di pietra dell’Inter che stasera è chiamata a vincere con il Chievo. È il tecnico che la Champions League la giocherà, ed è il motivo per cui Luciano Spalletti ha dovuto controllare le proprie reazioni pubbliche ieri durante la conferenza stampa. Stando a quanto riferisce la Gazzetta dello Sport, la società gli comunicherà la decisione solo a Champions acquisita, anche se l'ex Roma non è estraneo ai sussurri da lui stesso citati. Come quando ha raccontato: "Se giornali così importanti stanno scrivendo da mesi che non sarò qui la prossima stagione è perché hanno i loro buoni “Robert Redford” motivi, ma questo non sposta di un millimetro i nostro obiettivi e la voglia di raggiungerli". La citazione dell’attore statunitense - nell'interpretazione della rosea - è riferita al film 'L’uomo che sussurrava ai cavalli'. E dunque nel mirino del tecnico c’è chi secondo lui già da tempo ha fatto filtrare le indiscrezioni. La frecciata ha una doppia direzione: verso la società e verso lo stesso ex manager del Chelsea. 

È lo stesso Conte a cui Marotta ha deciso di affidare il progetto della sua prima vera Inter, convincendolo nel momento della tentazione Roma. Manca la certificazione, la firma avverrà solo a Champions raggiunta. Ma l’accordo è praticamente raggiunto, a prova di inserimenti di club stranieri. C’è da definire ancora la durata: triennale da 9 milioni, oppure un ingaggio leggermente più basso (8 milioni, dunque con impatto più leggero per il bilancio del club) a fronte di un anno in più di accordo, un quadriennale. Un’operazione complessiva da circa 80 milioni di euro lordi per il club, di cui 50 sarebbero garantiti dalla qualificazione Champions. Cifra che non peserà ovviamente tutta sul bilancio del 30 giugno. E non è detto che sarà così neppure per i 25 milioni di Spalletti e del suo staff, ancora sotto contratto fino al 2021: il compito, difficile, sarà trovare un accordo sulla buonuscita con l’allenatore toscano.

VIDEO - GODIN LASCIA L'ATLETICO, IL WANDA METROPOLITANO LO SALUTA COSI'

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 13 Maggio 2019 alle 08:15
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print