Il presidente della Spal, Walter Mattioli, commenta ai microfoni di Sky Sport l'avvio di stagione dei ferraresi, passando anche attraverso la prova contro l'Inter di domenica scorsa. “Abbiamo visto già a Genova con la Sampdoria una squadra che si è espressa bene, con l'Inter abbiamo fatto una grandissima partita - dice il massimo dirigente -. Siamo tornati al livello delle prime gare di campionato. Adesso abbiamo delle sfide quasi proibitive perché andiamo a Roma con i giallorossi e poi ci sarà lo scontro diretto con il Frosinone che dirà tante cose”.

Ha fatto rumore, a Ferrara, la mancata convocazione di Lazzari in azzurro da parte di Mancini. “Sono rimasto molto stupito dalla mancata convocazione perché è uno dei migliori a livello nazionale e ha fatto una grande partita sia con la Samp che con l'Inter - dice ancora Mattioli -. Credo sia dovuto anche a questioni di modulo, Lazzari da noi gioca da quinto esterno a centrocampo. Altrimenti non ci sarebbe motivo di non convocarlo. Però l'allenatore è Mancini... Mercato? Non dà fastidio, mi fa piacere per lui. Ce l'abbiamo con noi da tanti anni, vuol dire che ha fatto un lavoro particolare e grandi progressi. Se lo merita. Abbiamo fatto di tutto per trattenerlo a Ferrara, il prossimo sarà più difficile, faremo fatica perché adesso sono arrivati gli interessamenti di squadre importanti. Se arrivano non posso trattenerlo, anche per via della sua carriera. Il prezzo? Non lo abbiamo ancora fissato, quelli li suggerisce il direttore Vagnati”.

Sezione: News / Data: Gio 11 Ottobre 2018 alle 11:54 / articolo letto 2705 volte
Autore: Mattia Todisco