Antonio Conte sente questa Inter totalmente sua: "Assolutamente sì. Penso che le scelte di mercato si facciano sempre in collaborazione con il club sapendo cosa si può e non si può fare" ha ribadito lo stesso tecnico nerazzurro nella conferenza stampa alla vigilia dell'impegno in campionato contro l'Hellas Verona. "La mia unica recriminazione è che nel momento in cui abbiamo programmato la rosa non abbiamo messo in preventivo alcune situazioni che potevano accadere perché erano accadute anche in passato - ha poi aggiunto -. L'unico rammarico è questo, per il resto sono contento di avere questa rosa e sono ancora più contento per averli conosciuti. A livello calcistico si può e si vuole lavorare e c'è voglia di farlo, ma a livello numerico siamo stato superficiali e oggi purtroppo, in maniera serena qualcosa la stiamo pagando. Avessimo fatto qualche rotazione in più magari qualche chance in più potevamo averla. Però, ripeto, fa parte di un percorso. Noi possiamo accelerare le cose, non bypassarle. Se si ha voglia di andare tutti insieme verso un solo obiettivo. Questo lo dobbiamo sapere e tutto viene sempre fatto per il bene dell'Inter. Quel che ho detto ai ragazzi è che nel calcio, così come nella vita, ci sono momenti e occasioni in cui devi capire che vincere ti cambia la vita. Vincere a Dortmund significava stare con un piede e mezzo agli ottavi e per quello che abbiamo fatto vedere lì e a Barcellona ci deve essere grande rimpianto. Devo essere molto onesto e dire che la sconfitta a Dortmund ha cambiato le percentuali di passare, che oggi sono molto esigue, ma sappiamo anche che l'unica strada che possiamo percorrere è iniziare a vincere noi e sperare in qualche altro risultato".

Sezione: News / Data: Ven 8 Novembre 2019 alle 14:52
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print