Anche Paolo Scaroni, numero uno del Milan, era presente all'incontro svoltosi oggi a Palazzo Marino per parlare della costruzione del nuovo stadio e del destino del Meazza. "Si è molto parlato di ingombro, irrilevante il numero degli anelli - ha spiegato il presidente rossonero -. Il Comune vorrebbe mantenere la vocazione sportiva dell'impianto e noi analizzeremo questa prima ipotesi innovativa, visto che non si sono mai visti due stadi a distanza di 100 metri. Qualora questa ipotesi non fosse percorribile, il Comune si è detto d'accordo ad analizzare altre ipotesi che riducano l'ingombro. I tempi? Hanno anche il ritmo della sovrintendenza. Ma oggi abbiamo parlato solo dell'ingombro. Non faccio l'architetto e non so dare risposta se sia una soluzione percorribile. Posso solo dire che non vedo in nessun altro Paese al mondo due stadi così vicini. Ci sarà di sicuro un nuovo appuntamento".

VIDEO - IL TORO ESALTA TRAMONTANA: DOPPIETTA DA URLO

Sezione: Focus / Data: Mar 3 Dicembre 2019 alle 12:14
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print