Intervistato dal portale polacco Przegladsportwy, il difensore della Sampdoria Bartosz Bereszynski ha svelato di essere stato in trattativa per un passaggio all'Inter in passato: "Con l’Inter ci sono state trattative, anche avanzate, però sono molti i fattori che devono essere presi in considerazione in un trasferimento e tutte le parti devono essere d’accordo. In questo caso, l’affare non è andato a buon fine: un peccato, ma era difficile. Io continuo ad allenarmi duramente per fare un altro passo in avanti. Prima o poi ci sarà un’altra offerta e magari il trasferimento andrà in porto. Non l’ho mai nascosto, è il mio obiettivo. Per fare in modo che succeda, però, devo fare bene alla Sampdoria, quindi ora non mi preoccupo di negoziare con l’Inter". 

Bereszynski non nega comunque di vedersi lontano da Genova in futuro: "La Samp non è un club che trattiene i giocatori. Non è un segreto, la politica dei trasferimenti è chiara: comprare a basso costo, vendere per decine di milioni. Ci sono molti esempi: Skriniar, Muriel, Schick, Torreira… Quasi ogni anno partono due o tre calciatori. È difficile costruire una squadra per le coppe europee, fortunatamente Giampaolo è un così bravo allenatore che i nuovi riescono rapidamente ad inserirsi in Serie A". L'esterno polacco fa anche un excursus sulla sua esperienza italiana: "Non ho ancora vinto a Torino, e questo non mi va giù. Contro la Juve ho giocato e abbiamo vinto, ma a Genova. Sono belle statistiche. È bello uscire da San Siro o dall’Olimpico vittorioso, e la Sampdoria è famosa per il fatto di poter superare queste big. Anzi, spesso ha problemi con le squadre più piccole. Cosa mi ricordo di quelle partite? Gli esterni. Ivan Perisic dell’Inter, perché era molto difficile da arginare, dovevi essere concentrato tutto il tempo. Anche Stephan El Shaarawy è temibile, ma il Papu Gomez quando è in forma è il centrocampista offensivo più pericoloso in Serie A". 

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - MATIAS VARGAS, CHE SKILLS IL GIOIELLO DEL VELEZ

Sezione: Focus / Data: Sab 9 Marzo 2019 alle 21:55 / articolo letto 6081 volte / Fonte: Sampnews24.com
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A