Ospite di Sky Sport 24, Walter Veltroni commenta così il difficile momento che il calcio italiano sta attraversando: “Penso anzitutto che quanto detto da Agnelli alla conferenza Ecaf sia corretto. Per tutto il calcio europeo è senz’altro un momento drammatico, col calcio italiano particolarmente in crisi. Non ci sono spettatori allo stadio, si sente la mancanza delle entrate dagli abbonamenti e dal calo degli introiti pubblicitari, con difficoltà poi da parte delle televisioni di stare al passo coi diritti tv. È chiaro che si stia affrontando un momento di grande difficoltà. Una campagna acquisti così in surplus ne è un esempio: siamo tornati al baratto, agli scambi e a soluzioni di ripiego. Se in Inghilterra tra l’altro tornerà il lockdown anche in Premier League, il sistema economicamente più redditizio ed efficiente, ci saranno problemi. Far finta che tutto sia come prima, specialmente per gli stadi vuoti, è sbagliato. Bisogna rendersi conto dell’entità del problema e si dovrebbe affrontare quest’emergenza con occhio più attento e meno illuso”. 

Veltroni rivolge quindi la sua attenzione alle difficoltà in Italia per le nuove leve calcistiche: “Le squadre di Serie A dovrebbero prendere esempio dal lavoro di Mancini con la Nazionale. L’Italia dell’ex tecnico nerazzurro gioca benissimo, è un dato di fatto sotto gli occhi di tutti. Barella, Locatelli, Castrovilli, Sensi, Zaniolo, garantiscono in alto tasso qualitativo. In Italia tuttavia per giocare titolare bisogna essere fenomeni assoluti da giovani”.

VIDEO - PINAMONTI: "DA DOMANI SI COMINCIA. ECCO I MIEI OBIETTIVI"

Sezione: News / Data: Gio 17 settembre 2020 alle 22:17 / Fonte: sky sport 24
Autore: Stefano Carnevale Schianca / Twitter: @SchiancaStefano
Vedi letture
Print