È tornato il sereno in casa Inter dopo il 3-1 sul Torino che ha blindato il piazzamento Champions a 6 giornate dalla fine del campionato e ha rinsaldato il rapporto tra Antonio Conte e il club. Un feeling tenuto in piedi anche dalla diplomazia di Beppe Marotta, che ha rassicurato il tecnico salentino. E allora c'è sempre tanto mercato sul tavolo. Come spiega oggi il Corriere dello Sport, la dirigenza cerca di sintetizzare le idee dell'allenatore e proprietà: il primo ha indicato vari elementi di esperienza, la seconda intende puntare su giocatori anche di prospettiva. E non sempre si trova uno come Hakimi, perfetto per entrambi.

In questa giostra, sale un nome che accontenta tutti: N'Golo Kanté. Arrivato al Chelsea nel 2016 dopo la conquista della Premier con il Leicester, il centrocampista francese ha vinto il campionato anche con i Blues proprio sotto la guida di Conte, un'Europa League (con Sarri) e il Mondiale russo. Tutto da grande protagonista. Secondo il Corsport, è lui l'obiettivo per la mediana del prossimo anno: "Conosce già i principi di gioco contiani, ha la gamba giusta e, a 29 anni, ha davanti ancora diversi anni per reggere la scena alla grande, seppure in questa stagione sia stato frenato da qualche infortunio di troppo - si legge -. Il nodo, però, è come trovare l’incastro giusto per portarlo via dal Chelsea, che non lo ritiene più fondamentale, ma che lo valuta comunque non meno di una sessantina di milioni. Peraltro, dal club londinese, l’Inter vuole prendersi pure Emerson, altro elemento gradito a Conte". In tal senso, per raggranellare i denari sufficienti, l'Inter potrebbe essere costretta a un grande sacrificio in uscita. Lautaro? No, l'indicazione di Conte sarebbe quella di dare via Skriniar, ritenuto più facilmente sostituibile. L'arrivo di Kanté, chiaramente, chiuderebbe definitivamente le porte a Vidal.

VIDEO - "VITTORIA MERITATA", MA QUALCUNO FA COMUNQUE ARRABBIARE TRAMONTANA...

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 15 luglio 2020 alle 08:15 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print