Venerdì prossimo, in Lega, saranno aperte le buste con le eventuali offerte arrivate da ogni parte del mondo per quanto riguarda i diritti tv esteri della Serie A. In via Rossellini, infatti, in questa tornata è stato scelto un metodo diverso rispetto al passato: vendita per macro-aree geografiche e non più a un intermediario unico per tutto il globo.
La dichiarazione d’intenti - si legge su Calcio e Finanza - parla di 300 milioni da raccogliere in tutto il mondo per le partite della Serie A in diretta. Economicamente sono confermati gli obiettivi: fino a 1,100 milioni sul mercato italiano e un obiettivo più ambizioso che porti il fatturato da 197 milioni a 300 sulla parte internazionale.

Sezione: News / Data: / articolo letto 3103 volte
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari