Pioli in conferenza: "Rizzoli-Iene una sorpresa. Nessun calcolo a Bologna"

 di Christian Liotta Twitter:   articolo letto 31762 volte
Fonte: Dagli inviati a San Siro Mattia Zangari e Christian Liotta
Pioli in conferenza: "Rizzoli-Iene una sorpresa. Nessun calcolo a Bologna"

Al termine della partita vinta questo pomeriggio contro l'Empoli, Stefano Pioli, tecnico dell'Inter, arriva anche in sala stampa per commentare coi cronisti presenti l'incontro di San Siro. Ecco le sue parole riprese dall'inviato di FcInterNews:

Dopo una settimana di tensioni non era facile riattaccare la spina. La prova forte della squadra c'è stata?
"Me lo aspettavo ed era quello che volevo, ma ero sicuro della prestazione. Questa è stata la migliore settimana di lavoro per tensione e ritmo, sono soddisfatto per quello fatto in settimana e per come è stato trasmesso in gara".

Cosa ha pensato sul rigore non concesso ad Eder?
"Che siamo una delle squadre migliori in attacco, il rigore arriverà...".

La contestazione l'ha vista?
"I tifosi ci stanno vicini, vedono che ci mettiamo impegno ed è la cosa più importante. Dobbiamo insistere perché creare questo atteggiamento per un ambiente così è importante per noi".

Pioli sta stupendo tutti, ma pensa al futuro?
"No, il presente è troppo importante. Abbiamo un obiettivo importante: vinciamo più partite possibile poi penseremo al futuro. Solo concentrati su queste situazioni possiamo fare bene".

Murillo, Medel e Miranda sono stati molto convincenti a Torino da proporli anche con altri avversari?
"La cosa più importante sono le idee da passare alla squadra. Non sono mai legato ad un sistema di gioco, questa è una soluzione in più ma possiamo essere solidi anche in questo modo. Dovevamo prestare più attenzione in una certa occasione, ma alla fine contano la volontà di correre e giocare insieme fino alla fine".

Cosa pensa delle parole di Rizzoli a Le Iene?
"Una cosa mai vista e particolare... Sono stato un po' sorpreso, dico la verità. Ma a lui ho detto ciò che pensavo ed è finita lì. Il can can dell'Inter? Ne parlerò quando lo vedrò".

Palacio perché era arrabbiato?
"Lui è un puntiglioso, ci sono state due occasioni da gestire meglio in ripartenza un po' come successo a Torino; ci sta nella tensione del match uno sfogo, ma rivolto alla crescita".

FcIN - Pensando a Bologna, con Kondogbia e Brozovic out, ha già pensato ad eventuali soluzioni tattiche visti anche Miranda e Medel diffidati e la gara con la Roma?
"Ho fatto fatica, ma un po' ci ho pensato. Non sceglierò i giocatori in base alle diffide, col Bologna sarà difficile e schiererò la migliore formazione possibile. Chiederò ai medici di recuperare Brozovic ma se non avverrà abbiamo anche altre soluzioni, se lavoriamo come in questa settimana possiamo fare una buona partita. Banega può essere recuperato".

Conclusione con aggiornamento su D'Ambrosio: "Al momento è in ospedale per accertamenti".