"Buonasera, siamo una nave che stà andando a picco, le uniche scialuppe di salvataggio sono il fuoriclasse Icardi e il campione Perisic con Rafinha che quando sarà pronto sarà il momento di restituirlo al Barcellona. L'uomo in più, il vero fuoriclasse di voi giornalisti: Luciano da Certaldo una sorta di Leonardo da Vinci pallonaro; della stessa terra di Orrico, Lippi, Mazzarri, che a parole il sabato stravincono le partite ubriacandovi di cazzate( ma che poi a conti fatti ha gli stessi punti di De Boer e Pioli l'anno scorso a questo punto); se non fosse per Maurito che ha trasformato per 15 giornate in oro ogni pallone che toccava e Perisic che andava a cento all'ora sfornando gol e assist a ripetizione, sarebbe uno dei tanti mediocri allenatori avuti in questi anni. Io ripongo le mie poche speranze di piazzamento champions nei calciatori di cui sopra e mi vergogno di essere interista quando sento che ci sono nostri tifosi che li criticano e fischiano, come successo a Perisic domenica scorsa.Dovreste pregarli a mani giunte di restare!!! Ranocchia e Santon sono giocatori da serie B, il buon Andrea anche questa sera ha dato alla difesa le stesse sicurezze che potrebbe dare un canarino messo a guardia di un tesoro. Eder è l'idolo dei giornalai e opinionisti "nemici", lo vorrebbero sempre in campo , lo esaltano come fosse addirittura più utile di Icardi.....si!.. per gli avversari!!!, altro giocatore da mandare in Russia (Zenit?) a calci in culo. Chi salverei di questa armata brancaleone??? Difesa a 3: Miranda, Skriniar,D'Ambrosio poi a centrocampo un rombo B.Valero con a lato i 2 scudieri Gagliardini e Vecino e Rafinha vertice alto, larghi sulle fasce a destra e sinistra Cancelo e Perisic e chiaramente Icardi al centro dell'attacco. Non vorrei vedere mai più Ranocchia, Santon e Eder, non capisco perchè per un tozzo di pane sono stati ceduti Andreolli, Palacio e perfino Nagatomo, certamente migliori dei tre sopra. Pandev negli anni d'oro era il più scarso della squadra, questa sera quasi 35enne ci ha massacrato, questo spiega tutto. La speranza è l'ultima a morire, certo dover affrontare derby, Napoli, Juve,Atalanta e Sampdoria non è semplice, ma se capiamo che non si riesce a vincere, certe partite dobbiamo almeno cercare di non perderle perchè penso si arriverà punto a punto fino alla fine".

Diaz

 

"Adesso è arrivato il momento di dire veramente basta, basta a questi giocatori, basta a questa dirigenza ma soprattutto basta a questa proprietà. Ci hanno veramente stufato con tutte le loro scuse, la realtà è che siamo di fronte a dei perdenti, incapaci e persone che non sono in grado di portare avanti una società di calcio. Ma è mai possibile che dopo tutti questi anni non si riesce a capire i problemi di questa società, della rosa dei giocatori. Se amate l'inter fate un gesto per salvarla....andate fuori dai co......ni da Zhang in giù. Non vi vogliamo più".

Antonio

 

".“Io i miei calciatori li difendo, non accetto che venga detto che a febbraio ci sarà una rivoluzione nello spogliatoio. Bisogna sicuramente lavorare sotto l'aspetto mentale, e sul campo c'è da fare qualcosa in più, ma senza alcuna rivoluzione perché questa è la strada tattica giusta “ Contro il Genova ho solo visto una squadra mala messa in campo, senza forze e senza idee. Ora basta, dopo dodici partite con una sola vittoria contro un Bologna in nove, 4 sconfitte, devo ascoltare queste affermazioni . Ha ragione quando dice che non serve una rivoluzione, ma sono ultra convinto che serve solo un cambio, il cambio dello stesso tecnico. Il suo capolavoro l’ha fatto quando s’e’ liberato di un giocatore umile e voglioso come Medel, che poteva giocare a centrocampo o in difesa e s’e’ tenuto Brozo, per non parlare di Rana e Santon. L’altro capolavoro l’ha fatto quando ha lasciato partire Nagatomo, che come ha detto Bergomi, non uno qualunque, stava giocando bene e aveva trovato una buona sintonia con Peresic e si vinceva pure ! Se non facciamo la Champions sara’ un disastro, e pure io continuo a credere che l’Inter ha una buona rosa, forse non per arrivare prima, ma per il secondo o terzo posto si, visto I risultati dopo 15 partite. In altri tempi sarebbe stato esonerato senza se e senza ma".

Alfredo

 

"Cara redazione, BASTA ; BASTA , non se ne puo' piu' di vedere dei cadaveri in campo. Gente senza palle , Ausilio dovrebbe si vedere chi compra , Handanovic ridicolo, se prendeva quel cross da centro campo, Valero Vecino camminano e fanno i soliti passaggini , Candreva , a parte 1 tiro in porta vomitevole , ragazzi ma dov'e' la BENEAMATA , questi non gle ne frega un CAZZO dei tifosi che li seguono gridano , spendono soldi , a volte , i piu' esagitati fanno anche a cazzotti x questi colori, e questi bastardi camminano in campo. Oggi 1 tiro in porta e 1 fuori in 45 minuti !!!!!! I cinesi zitti , non gli frega un cazzo neanche a loro, e tutti gl' anni c'e' da rifare la squadra. Sento dei nomi , chiaro sono fittizzi , spero , tanto in Champions non si va, e di questo passo neanche in Europa League, i cugini ci sorpasseranno , i RUBENTINI che sfottono , ed il divario tra noi e loro e' un ABISSO. Ausilio , cinesi andate via per il bene della nostra BENEAMATA , MORATTI TORNA PER FAVORE. AMALA".

Mauro

 

"Buongiorno e grazie per lo spazio,solo poche parole: Che Spalletti si attacchi agli episodi evidentemente siamo al dopo caffè cioè al nulla. Per giunta un giorno libero per premiarli del loro impegno. Spalletti non ci capisci più nulla per il tuo bene lascia l'incarico.Sui calciatori nulla da dire, nel senso che non c'è più nulla da dire".

Domenico

 

"Buon giorno?.. be’ lasciamo perdere ragazzi una cupissima mattinata di febbraio condita con la ancora più cupa situazione della nostra Beneamata... Siamo alle solite...ennesima sconfitta ennesimo sentimento di scoramento e di frustrazione ma ancora più di rabbia. Non se ne può più veramente, viene la voglia di dimettersi da tifoso..anzi è ciò che faccio da oggi non riesco propio più a subire questa solita tiritera ...Dov’è la Società? Dov’ e’ il mastino che dovrebbe mettere tutti sul l’attenti e far rigare tutti dritti? Ausilio dimettiti , dimettiti per cortesia non farmi dire parolacce ,sproloqui e quant’altro ancora Rappresenti quanto di peggio di oltre un secolo di storia dell’Inter, sei stato il peggior dirigente sportivo della nostra storia! Basta!!,, Scusate lo sfogo ragazzi...........un Saluto".

Riccardo

 

"Buongiorno anche se abbastanza mesto nel periodo d avvio non credevo fossero da scudettto ma neanche di rivedere cose del genere ma dentro l Inter non si pone nessuno delle domande?mi spiegate come fai a correre e far risultato con una bicletta sgonfia contro una motocicletta...ormai porto lInter perche l ho sempre fatto ma gradirei divertirmi un po davanti al televisore quando guardo la partita non incazzarmi per 90 minuti ad amaraggiarmi la vita ci pensano gia in tanti Saluti".

Gianluca

 

"Buongiorno, mi chiedo ma è' normale che un allenatore che già ha un ingaggio clamoroso, debba ricorrere a ben 10 persone, tra cui tre(!?) collaboratori tecnici, oltre al vice allenatore e quattro(qui siamo al record mondiale credo) preparatori atletici? Con il risultato di avere una squadra senza un idea di gioco e con una condizione atletica quantomeno imbarazzante. La società in questo caso ha ben poche colpe, ha messo in condizione l'allenatore di lavorare come pretendeva lui con un staff di 10 persone, con risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Fanno bene molte società a pretendere che il cosiddetto staff sia ridotto al minimo, ossia vice, preparatori atletici, massimo due e preparatore dei portieri. Saluti, e buona Europa league per il prossimo anno".

Claudio

 

"Spettabile Redazione, Vi scrivo dopo la partita di ieri sera giocata (?) dall'Inter allo stadio Ferraris di Genova pur non avendola guardata. Non l'ho guardata perchè è da ormai due mesi che solo a vedere scendere in campo questa squadra mi dà il voltastomaco. Mi sono quindi isolato per tutta la serata ed ho atteso la mezzanotte per accedere al Vostro sito web per leggere l'editoriale di Lapo De Carlo dal quale ho avuto conferma, attraverso la consueta lucidità di egregio (merce ormai rara) Giornalista e l'obbiettività di sincero amante dei colori nerazzurri, dell'avvenuto avverarsi di quello di cui ero certo da giorni, ovvero che l'Inter sarebbe uscita sconfitta da Marassi con una prestazione calcistica indecente! Questa mattina prendo nota che gli sciacalli e gli avvoltoi della carta stampata e dei media si stanno già accanendo contro Spalletti, ormai il predestinato (c'era qualche dubbio a riguardo?) capro espiatorio da sacrificare sull'altare del mantenimento in sella (leggasi alla guida di questa decrepita Società calcistica) dell'attuale indecorosa dirigenza. Dirigenza incapace (e forse anche approfittatrice dell'altrui dabbenaggine) con in testa colui che senza vergogna si presenta regolarmente in sala stampa nei pre-partita a decantare, con odioso sogghigno, le impresentabili pregevolezze di una “rosa” da lui malsanamente costruita negli anni e che solo degli emeriti incompetenti come i proprietari cinesi continuano a “bersi” con la complicità di un insulso vicepresidente impegnato nell'anacronistico girovagare per il mondo ad idealizzare un passato remoto ormai sepolto sotto le tonnellate di guano che i suoi colleghi dai colletti bianchi hanno accumulato sopra questa ex grande del calcio internazionale. Era evidente, come lo è stato negli ultimi anni, che Spalletti sarebbe presto stato alla fine lapidato ed additato, analogamente ai predecessori Mazzarri, Mancini, De Boer e Pioli (per citare solo gli ultimi), come l'incapace di portare in trionfo una grande formazione nella quale primeggiano fantastici atleti (cito su tutti Kondogbia, Joao Mario, Gabigol e Dalbert) per i quali il super direttore sportivo dell'Inter ha fatto elargire dagli stolti proprietari l'esigua somma di quasi duecento milioni di euro... Quindi, presto via Spalletti e avanti un altro gonzo da fare accomodare in panca, continuando a mettergli a disposizione questa marmaglia di pseudo-atleti scarsi e menefreghisti, per lo stretto tempo necessario a mantenere al potere l'attuale incapace dirigenza (mai nemmeno lontanamente messa in discussione da una stampa presumibilmente divisa tra leccapiedi ed avversari stra-felici di poter regolarmente spernacchiare le sempre farsesche vicende di “casa Inter”). Il tutto condito dalla dabbenaggine di un'ancora cospicua fetta di pseudo tifosi nerazzurri cerebrolesi che anche oggi si accaloreranno per trovare improbabili giustificazioni all'ennesimo scempio andato in onda ieri sera sul prato di Marassi adducendo la sfortuna di un'autorete fantozziana (giusto metterla in scena a Genova...) che vede protagonisti un ex-portiere, un giovane slovacco non degno (in quanto troppo forte) di giocare con questi compagni amatoriali ed un capitano che in quanto ad attributi può giusto contendere la fascia al “paracarro” argentino ieri sera assente (ma non rimpiangiamone la mancanza, per favore!) che qualche rimbambito ancora considera l'unico fuoriclasse imprescindibile da tutto e da tutti. Avanti quindi su questa strada, a continuare a farsi pigliare per i fondelli dalla sparagnina Suning che regolarmente ritrae il braccino trincerandosi dietro al fair play finanziario ed alle restrizioni del governo cinese malgrado che tali presunte limitazioni governative alle spese nei settori sportivi e dell'entertainment non impediscano proprio in questi giorni, al gruppo cinese Orient Hontai, di concludere tranquillamente un'acquisizione per quasi un miliardo di euro nel campo dei media (possibile che nessuno si chieda come mai ciò sia possibile di questi tempi e si ostini a decantare la solidità e la volontà di impegno finanziario verso l'Inter da parte di Suning?). Rivolgo quindi l'invito ai tifosi medi interisti stronzi, vecchi rimbambiti, incompetenti e vigliacchi (non preoccupatevi se qualche rincoglionito pseudo-tifoso nerazzurro la pensa diversamente e vi apostrofa maleducatamente nel suddetto modo...), che saranno ancora animati da spirito autolesionista assiepandosi sugli spalti del Meazza, di non avere remore già da domenica prossima, visto che pagano il biglietto per lo spettacolo (!!) offerto dalla Beneamata, a fischiare e contestare (civilmente e senza alcuna forma di violenza verbale o fisica) tutti coloro (proprietari, dirigenti e calciatori) che se ne “impippano” dei nostri gloriosi colori continuando da anni a renderli ridicoli agli occhi delle tifoserie avversarie...".

Paolo

 

"Si può tacere (dopo una partita così)? Avessi scritto ieri sera, avrei usato parole ed epiteti da lista nera e bandito dal blog. Con un po' di calma e dopo aver letto qualche commento moderato, rimango triste ma riprendo da dove ero rimasto: come si fa a cambiare rotta? Tutto sommato, la squadra non ha giocato troppo male, si è mossa tutta allo stesso ritmo, si fa prendere dallo sconforto.... Dai non scherziamo: abbiamo dei giocatori senza alcuna rabbia in corpo. Non riesco neppure ad immaginare come facciano a non rendersene conto, tanto da alimentare sempre più pensieri negativi a proposito delle loro qualità mentali (sia etiche che di intelligenza). Ok l'episodio sfortunato, ok alcune lacune tecniche, ok anche alcune preferenze personali e la cattiva interpretazione di quello che l'allenatore dice loro. Ma vedere gente che non fa niente per recuperare lo svantaggio, che non corre almeno un pochino di più o con più intensità, con la vera voglia di recuperare, è totalmente deprimente. Ma si rendono conto che c'è gente che paga per vederli giocare? Al di là di tutti i discorsi, moduli, scelte tecnico - tattiche, parole dei giornali, ipotesi di mercato..... Ma si rendono conto che guadagnano milioni, giocano in una squadra che gli consente d i farlo (guadagnare così tanto) e loro fanno il minimo sindacale? E se per caso un tifoso li insulta si offendono? Anche quest'anno ho buttato i soldi di un abbonamento, sono stato illuso, e vedo uomini di basso livello in campo. Come faccio a dire "amala"?".

Matteo

 

"Gent.le redazione, tifosi interisti, volendo commentare il periodo nero che sta attraversando la squadra, direi che ormai la situazione è chiara. Suning non vuole andare in champions per giustificare la vendita di icardi in primis, ormai secondo me già venduto al real, e di altri giocatori. Spalletti lo ha capito e non fa nulla, o non può, cambiare l’esito di questa stagione che ci vedrà provare a difendere un posto in uefa league. A questo punto per la prossima stagione non ha più senso continuare con lo stesso spalletti, secondo me tra i papabili per la guida della nazionale italiana. Occorrerà puntare su allenatori con l’anima nerazzurra (zenga e simeone i preferiti) e una squadra giovane e rinnovata. Purtroppo dobbiamo constatare che la proprietà ha generato un’altra stagione da buttare. Interisti, amatela, io da roma, posso solo dirvi che siete grandi con la vostra presenza constante a san siro. teniamo sotto osservazione l’operato di suning se non se la sentono d i riportare l’inter in alto, si facciano da parte!".

Luciano

 

"Nessuno vuole togliere meriti al Genoa , o alla prestazione di Pandev, rendimenti che puntualmente diventano più facili quando si incontra una Squadra come l' INTER degli ultimi tempi che ti ha apparecchia la tavola faciltandoti il compito , rimane il fatto e non vuole diventare un alibi per i “ PROTAGONISTI” sterili che vestono la casacca NEROAZZURRA, che le avversarie che giocano contro l' INTER , hanno sempre uno spirito combattente , una cattiveria che spinge sempre oltre , al costo di sprecare le energie e fiato compromettendo il prossimo match . Vedi Frosinone, Crotone, Carpi, Cesena, Sassuolo, Benevento, Spal, Chievo, Bologna, Atalanta, Livorno, Hapoel Beer Sheva, Sparta Praga... tutte compagini sicuramente da rispettare ma nulla a che vedere con la FC INTERNAZIONALE, tutte le Squadre che incontrando l' INTER insomma sembrano di dover giocare finali . Tutto questo nasce da una SOCIETÀ LATENTE , priva di idee chiare ,di una mentalità vincente , di progetti seri, anche quest' anno cosa è servito prendere uno dei migliori allenatori se poi gli metti a disposizione un organico corto e scadente che impunemente veste i COLORI NEROAZZURRI, il tutto ben pubblicizzato da un astagh tormentone #INTER is coming, per cercare di muovere le corde giuste o pizzicare l' entusiasmo dei tanti Tifosi diffidenti e non , rimasti scottati dalle delusioni e catastrofi degli ultimi sette anni. Ieri sera col Genoa è andata in scena la quasi conferma che l' INTER non si qualifichera' alla Champions, innanzitutto dovevano iniziare la partita a MILLE, correre, sudare , e invece la solita indolenza, un centrocampo mediocre BorjaValero, Vecino, Gagliardini sempre più irritanti per la pochezza messa in campo, Candreva sempre più inutile con le palle continuamente allungate di quel metro e mezzo ergo inesorabilmente perse o anticipato . Handanovic sempre più insicuro ed estraneo ( in altri post addebito a lui parte dei goal subiti) , Perisic e Icardi chissà se hanno visto la partita da casa si saranno resi conto quanto veritiere sono le critiche, a vedere non un gioco inespresso ma proprio un NON GIOCARE. Nella aridità generale solo Skriniar e Rafinha spiccano, gli unici che cercano di dare la carica a quel centrocampo svuotato di personalità o le ali prive di voglia e consistenza , lucidità e tecnica, perché sig. Spalletti che di calcio ne CAPISCE molto più di me non siamo sfavoriti dagli episodi, perché quegli uomini messi in campo se fossero VERI CALCIATORI quanto meno avrebbero cercato di recuperare a quella palla carambolata male nella nostra porta, mentre per NOI al contrario gli episodi vengono solo quando i Giocatori provano a giocare. A questo punto si potrebbe dire al via:” con un ritiro forzato “, “silenzio stampa “ma sarebbe inutile, basta pensare che nonostante le doppie sedute di allenamento di questa settimana riempite di video, colloqui individuali, esercitazioni possesso palla , a uno o due tocchi, partitelle , diventa tutto uno spreco , perché nelle loro teste regna l' apatia .L” ultimo pensiero va alla Società, ieri sera a fine primo tempo Zanetti veniva inquadrato mentre mangiava una coppa gelato( ormai ci si accontenta solo di quelle) , quando il vicepresidente farà dichiarazioni chiare sul futuro del INTER, visto che Zhang senior e junior assenti ingiustificati non si fanno sentire neanche con frasi fatte o di circostanza. Quando il vicepresidente GRANDE GUERRIERO affronterà i “ Protagnosti; di questa ennesima tragedia greca , sminchiandoli , cercando di far capire loro che l' INTER non è una natura morta , ma una GLORIOSA, VIVA, e GRANDE espressione del calcio internazionale. Non vorrei proprio per colpa di questi scarsi attori, in base alle parole lette nella rassegna stampa odierna, che al prossimo passo falso sia Spalletti a farne le spese ritenuto l' unico RESPONSABILE( Stramaccioni, Mazzarri, Gasperini, Mancini, Ranieri, Pioli…) della PESSIMA e SCADENTE gestione societaria degli ultimi 7 anni. Scrivo per RABBIA, che non nasce dalla pancia populista ma un RABBIA ponderata, nel vedere l' INTER sempre umiliata, vituperata, aggredita, infangata, a volere un futuro diverso che nasca però da un presente concreto, faccio un appello alla redazione di FC I NTERNEWS e di tutti gli altri giornalisti e addetti ai lavori che amano l' INTER, l' invito a organizzare un assemblea di noi TIFOSI , un incontro con parte della Società, dei Calciatori, e Allenatore dove intavolare un dialogo costruttivo, critico e di avere risposte sul programma di quest' anno, uno su tutti i progetti su mancata qualificazione Champions o al contrario quali propositi in caso di obiettivo raggiunto. Ringrazio la redazione per lospazio concesso e rimango fiducioso. AMALAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA".

Nicola

 

"Gentile redazione,ringrazio per la possibilità che mi date di sfogarmi dalla costante delusione della amata Inter.Una vergogna assistere alle desolanti prestazioni di gente strapagata,inerme,abulica,da allontanare e mandare a zappare.Non possono essere degni dei nostri colori.Piazza pulita in tutti i settori,dirigenza,società calciatori.Per ora salvo l'allenatore.Ultima considera- zione su Pinamonti,:promettente prima,pallone gonfiato ora.Il viatico di tanti giovani all'Inter,senza carattere.Cordiali saluti".

Roberto

 

"Venerdi 16 u.s. Vi avevo inviato alcune considerazioni a supporto dell’editoriale di Fabio Costantino con preghiera di pubblicazione ed ora dopo la sconfitta con il Genoa Vi pregherei di integrarle con le seguenti in modo da avere un unico articolo: “La sconfitta di Marassi aldila degli episodi sfortunati ha evidenziato come l’ortodossia tattica di Spalletti conseguente alla sua ortodossia caratteriale sia all’origine della sovrana confusione in cui versa la squadra. Non entro nello specifico merito delle questioni, seppur immodestamente ne avrei la capacita’ perche’ trattasi di situazioni gia’ ripetutamente osservate nei miei 25aa di esperienza specifica in questo ambiente. Mi limito a far notare che nei 13 minuti in cui ha giocato Pinamonti per ben 5 volte ha indicato il passaggio al portatore di palla lui che stazionava a centro area, sulla sua sinistra, spalle a Perin, portandosi dietro 2 centrali su tre in modo da consentire l’imbucata di un centrocampista che mai si e’ verificata. Spalletti percepisce 4,5 milioni di ingaggio annui ed ha le capacita’ per uscire da questa situazione senza cercare alibi di alcuna natura. Poi a stagione conclusa se riterra’ di aver fatto il possibile avra’ un confronto con la Societa’ da cui dovra’ venir fuori la coerenza dell’uomo Spalletti” E’ mia consuetudine leggere molto attentamente e tra le righe quanto scrive Fabio Costantino perche’ oltre ad essere al dentro di quanto avviene in Societa’ si esprime con (apparente) razionale distacco rispetto ai comprensibili coinvolgimenti emotivi ed umorali tipici di alcuni suoi colleghi. Ebbene leggendo l’editoriale del 16 febbraio, a dire il vero necessariamente non semplice da interpretare data la complessita dell’argomento si evince molto chiaramente quanto segue: 1)non ci e’ dato di sapere il timing ed i destinatari delle restrizioni imposte dal Governo Cinese; 2)in questa situazione di non chiarezza i mass media sguazzano dipingendo il futuro dell’Inter in modo molto pessimistico “ Alla fine, le vere limitazioni non arrivano da Pechino, ma riguardano l'informazione e si autoalimentano qui in Italia. “, riportando testuali parole di Fabio. Ed ora qualche mia considerazione: 1)Repubblica e’ in mano agli Agnelli come Tuttosport e La Stampa, RCS che controlla La Gazzetta dello Sport ed il Corriere della Sera e’ in mano a Cairo, ex manager Fininvest ma tuttora legato ad essa, Il Corriere dello Sport e’ romano, Mediaset non ha bisogno di commenti e Sky e’ sfacciatamente pro Juve, Sportitalia e’ sicuramente anti Inter. Poteva da tali soggetti provenire una interpretazione obiettiva, soprattutto alla luce dei pluriennali insuccessi europei della Juve e della deludente stagione sportiva del Milan la cui trasparenza societaria e’ tutta da verificare? 3)La Cina possiede circa 1/3 del debito pubblico degli USA ed il porre un freno alle esportazioni di capitale e’ solo per questioni politiche di immagine e per non approvare un neoliberismo sfrenato da parte delle sue aziende. Wanda Group ha dovuto vendere la partecipazione azionaria nell’Atletico Madrid ad un fondo Israeliano a causa della leva finanziaria eccessiva cui aveva fatto ricorso (indebitamento quasi pari al fatturato) ma il Fondo Cinese Orient Hontai ha acquisito proprio in questa settimana la maggioranza di Mediapro smentendo di fatto che il diktat del governo Cinese sia assoluto; 4)Suning Holding arrivera’ a sfiorare i 90 miliardi di dollari di fatturato, esclusivamente o quasi nel mercato interno, nel bilancio p.v., senza indebitamento e Zhang e’ stato nominato nel Direttivo del Partito Comunista Cinese ed in tal senso dovra’ dare “il buon esempio” ma da qui a paventare un accellerato disimpegno dall’Inter e’ pura fantasia; 5)Sabatini ed Ausilio non sono Kia Joorabchian…… 6) determinante sara’ l’uscita dal “settlement agreement” al 30 giugno senza sacrificare troppi pezzi pregiati del vivaio (Emmers, Pinamonti, Valietti, Odgaard, Colidio, Danso e Zaniolo su tutti); 7)ora che Thoir ha quantificato il valore del suo 30% in 42,8 milioni di dollari iscritti a bilancio, io auspico che Moratti e Tronchetti ne acquistino suddetta partecipazione magari per 50 milioni in modo da realizzare cospicua plusvalenza per lo stesso Thoir in modo da far rientrare in Società due tifosi doc in questo temporaneo momento di impasse".

Maurizio

 

"Gentle Redazione, ormai non ci sono piu parole per definire questa Societa'(?)e questa squadra (?)! Ormai e' lampante che non e' colpa dell'allenatore di turno, visto che Spalletti, prima di venire all'Inter, aveva un curriculum decente; Non e' colpa dei giocatori di passaggio, visto che prima e dopo dell'Inter sono giocatori decenti (per ultimi: Jovetic, Kongdobia, Medel, Murillo ); Ormai e' lampante che il problema reale e' la Societa': Una Societa' completamente assente, che non e' capace di fare un comunicato ufficiale per sostenere Spalletti, non e' capace di chiudere una volta per tutte il calciomercato che, solo all'Inter, dura tutto l'anno, che non e' capace di difendere i giocatori; Ma soprattutto una Societa' competente, in grado di avere una persona competente nell'allestire una squadra completa in tutti i reparti, senza doppioni e trippioni, senza lacune in alcuni reparti; Non e' capace di allestire un centrocampo completo di regista, incursore, incontrista e fantasista; Fateci caso come ogni anno, nell'allestire il centrocampo, all'Inter si passi da palo in frasca senza costrutto: Un anno via tutti gli incontristi e dentro tutti palleggiatori, l'anno successivo via tutti i registi e dentro tutti i distruttori di gioco, col risultato che non si riesce a mettere in campo mai un centrocampo completo ( quello attuale fa letteralmente PIANGERE ); Ci si e' liberati in tutta fretta di Medel e Kongdobia, due incontristi, tranne poi accorgersi che a questa squadra manca questa figura; L'anno prossimo, vedrete, si compreranno tutte figure che rompono il gioco col risultato che non ci sara' nessuno con altre caratteristiche; E cosi' anche negli altri reparti. Insomma non c'e', in seno alla Societa', una figura che capisca come si compone una squadra, e quali caratteristiche debbano avere i giocatori per completare i vari reparti. Un'altra figura che manca e', secondo me, una persona che spieghi, durante la settimana, ai vari giocatori, che per vincere le partite bisogna arrivare, il piu' rapidamente possibile, nei pressi dell'area avversaria, senza passaggini e passaggetti orizzontali o all'indietro fini a se stessi, ma con passaggi in verticale, che mettano il compagno in condizione di affrontare, sempre, l'avversario frontalmente, nell'uno contro uno, e non con le spalle rivolte alla porta; Una figura che spieghi che per vincere, bisogna segnare e per segnare bisogna tirare in porta: se non tiri in porta non segni !!! E tirare in porta significa farlo non appena si ha il minimo spiraglio, da qualsiasi posizione possibile e, se capita, anche col piede sbagliato; A volte e' piu' redditizio, in fatto di gol, un tiro improvviso, inaspettato, che un tiro preparato con tutti i crismi. La nostra squadra e', credo, ultima per conclusioni nello specchio della porta; Si assiste ad interi tempi di gioco senza vedere l'ombra di una conclusione, perche' non si tira mai, si cerca sempre il passaggio in area piccola, il dialogo in area, senza nessuno che tenti dal limite o appena riceve palla, magari sporcando il tiro, che a quel punto diventerebbe inaspettato e letale per gli avversari; Un po' come fanno gli avversari con noi, che invece, specie quando c'e' Icardi, dobbiamo servirlo in un certo modo per concludere; Ormai lo so anch'io, figuratevi quindi gli avversari, che Icardi predilige il pallone in profondita', ad allargare sulla destra, in modo da poter concludere in corsa col destro; Pensate che non abbiano preso, ormai le dovute contromisure??? Infatti nelle altre occasioni, Icardi risulta completamente NULLO. L'esempio lo abbiamo avuto ieri quando gli unici a tirare sono stati Eder (unico in rosa che ci prova) e i ragazzini (Pinamonti, Karamoh e Cancelo) per il resto buio totale. Ecco, cara Redazione, quali sono i problemi atavici di questa Societa': 1) La mancanza di una persona competente nell'allestire una formazione e assortire i reparti ( una squadra di calcio, per funzionare, deve essere come il motore di una macchina, completa di tutti i pezzi al posto giusto); 2) La mancanza di una figura che indichi ai calciatori che, per vincere le partite, bisogna FAR GOL, e per far gol BISOGNA TIRARE IN PORTA . AMALA".

Santi

 

"Visto che siamo in periodo elettorale sarebbe ora che anche Luciano Spalletti schieri una lista di impresentabili. Questa è la mia lista: Ranocchia al primo posto, anche quest'anno non ne azzecca una! autogol con il Genoa e giusto per non dimenticare è uno dei maggior responsabili dell'uscita dalla coppa italia, quando un suo assurdo fuorigioco ci negò il vantaggio sul Milan,partita che si è rivelata spartiacque, per noi in negativo e per il Milan in positivo!Al secondo posto Brozovic,fuori rosa subito e vendere!! Spalletti svegliati! ci vogliono 2-3 innesti dalla primavera in modo che quegli stronzi che ci sono in prima squadra capiscano cosa vuol dire dare l'anima per questi colori! Si meritano solo calci in culo in questo periodo!Col Benevento 3 punti e poi col coltello tra i denti fino alla 38esima giornata, altrimenti manco in Europa League arriviamo!!!!".

Alessandro

 

"Tra qualche settimana l'Inter festeggerà 110 anni , ma quest'ultimi 7 anni saranno ricordati come i peggiori dalla nascita del club.....anche col Genoa abbiamo fatto la nostra pessima ( eufemismo) figura come d'altronde ci capita negli ultimi due mesi e mezzo .....un innocuo cross che si trasforma nel più fantozziano degli autogol di Ranocchia con la partecipazione di Skriniar e Handanovic che non prova neanche a tuffarsi ( ormai è diventata una sua abitudine) è la prova che questa squadra non c'è più con la testa....possiamo perdere con qualsiasi avversario ,i calciatori sembrano ormai rassegnati ....l'anno scorso lo hanno ammesso "abbiamo mollato",quest'anno però non si può tollerare una cosa del genere, parliamo di professionisti che guadagnano milioni di euro , ma che caxxo....VERGOGNATEVI....INDEGNI........NON SE NE PUÒ PIÙ.....MULTATELI ......a questo aggiungiamo le scelte di Spalletti,si perché non si può continuare a proporre il vecchietto B.Valero che non ne ha più,Non corre,Non sa fare un lancio,Non tira in porta manco sotto tortura ,Non si può giocare in dieci ogni partita .. .Rafinha deve giocare dall'inizio non si può farlo entrare sul 2 a 0 o come con la Spal al 91.....detto questo comunque il nostro allenatore è il meno responsabile di questa debacle.....il vero responsabile è uno solo ...lui....PIERO AUSILIO.....e lui che sceglie i profili dei calciatori che hanno tutti una caratteristica NON HANNO LA CAZZIMM...e senza questa non si vince nulla.....per il bene dell'Inter e solo per quello mi auguro che venga rimosso il prima passibile...".

Francesco

 

"Potrei ribattere il pezzo mandato la volta precedente o quella precedente ancora. Squadra allo sbando. Spalletti ha mollato e aspetta solo di essere esonerato per prendersi i due anni di stipendio e mettersi al riposo (metà dei soldi li spenderà in psicologi). Questa cosa è talmente evidente (squadra in caduta libera da 10 partite), nessuna reazione sugli episodi negativi, nessun tentativo di dominare le gare, nessuna cooperazione tra reparti e tra giocatori. Nessun tentativo di creare una discontinuità, anzi scelte che fanno rabbrividire per quanto sono stiracchiate, giocatori ridicoli che fanno a gara a chi sbaglia di più e a chi si applica di meno. E di lato un Milan che ti ha recuperato 20 punti con un allenatore macchietta. Siamo lo zimbello d'Europa, la fiera delle pippe e dei mercenari. Gente senza dignità e orgoglio. Alla guida un bamboccio che non capisce un cumulo di quello che gli accade intorno, intorno dirigenti capaci solo di farsi i cacci loro, un allenatore (tra i migliori al mondo) andato in crisi di nervi dopo appena sei mesi per il vuoto societario che ha intorno, Sabatini che non si capisce dove stia e a fare cosa e il paracult Ausilio che pensa soprattutto agli affari suoi. Poi c'è Zanetti che non parla più, è diventato solo uomo immagine. Situazione meravigliosa da cui non si esce. Tale e quale a quella di un anno fa, due anni fa, tre anni fa, quattro anni fa, ecc.. I manicomi vennero chiusi nel 1974. Quello dell'Inter è rimasto aperto? Mai più a S. Siro. Sciopero del tifo. Rivoglio Moratti alla guida dell'Inter. Rivoglio chi il sabato saliva alla Pinetina e guardava in faccia i giocatori e sapeva esercitare un carisma. Io darei la squadra a Matrix interfaccia tra società e squadra. Poi vedi se vincono le partite.

Enzo

 

"Buon giorno,inter non comment.Mister Spalletti si dimetta, non per sue capacita lavorative ,lo faccia per una questione di amor proprio cosi da evitare che diventi l'ennesimo colpevole.Lo faccia prima che le diano il benservito trattandolo da incapace pararsi il culo e giustificare le loro mancanze.Ma dove sono,chi sono,parlano,mangiano,respirano,esistono........lo faccia mister,lo faccia non gliela dia vinta.....si salvi...".

Mario

Sezione: Visti da Voi / Data: Lun 19 Febbraio 2018 alle 18:32 / articolo letto 9051 volte
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit