Perisic, il vice ds dell'Hajduk: "Orgogliosi che giochi all'Inter, ma abbiamo sperato andasse allo United"

 di Mattia Zangari Twitter:   articolo letto 7399 volte
Perisic, il vice ds dell'Hajduk: "Orgogliosi che giochi all'Inter, ma abbiamo sperato andasse allo United"

Viaggio nel tempo di Sky Sport, in visita a Spalato per raccontare le radici di Nikola Kalinic e Ivan Perisic, ex compagni ai tempi dell'Hajduk e domenica avversari nel derby di Milano.

Si parte con le parole di Tomislav Erceg, procuratore dell'attaccante rossonero: "Siamo orgogliosi che due giocatori così siano cresciuti in questo stadio. Peccato che Ivan non abbia mai giocato nella prima squadra".

Prosegue, poi, Sasa Bjelanovic, vice direttore sportivo dell'Hajduk Spalato, che parla dell'addio di Perisic per approdare al Sochaux in Francia nel 2006: "Ovviamente per noi è stata una perdita importante perché era promettente. Poi per problemi di soldi di suo papà hanno dovuto cederlo all'estero".
Bjelanovic parla anche dell'accordo saltato tra United e Inter di questa estate: "Siamo orgogliosi che giochi nell'Inter, ma certo in estate abbiamo sperato che il Manchester United lo prendesse - ammette Bjelanovic -. Un trasferimento internazionale ci avrebbe garantito la percentuale del fondo di solidarietà, e qualche euro in più avrebbe fatto comodo a una società come la nostra che non ha risorse importanti".

Conclude Zltako Vujovic, ex vice allenatore dell'Hajduk: "I suoi allenatori parlavano bene di Ivan: dicevano sarebbe diventato un grande giocatore. Avea già tecnica e qualità fenomenali".