Roma okay, Inter rimandata, Milan in attesa. In questi minuti, sono arrivate le sentenze della Uefa sul Fair Play Finanziario, con i capitolini che sono praticamente a posto, sarà sufficiente una cessione (Nainggolan?) per rientrare nei parametri, ma già ieri la commissione ha chiuso il "settlement". 
Non è ancora finita, invece, per il club nerazzurro che non ha soddisfatto completamente le richieste del massimo organismo del calcio europeo e dunque resterà sotto "settlement" anche per la prossima stagione di Coppe, con restrizioni sportive e finanziarie. Di fatto la dirigenza della Beneamata - si legge sulla Gazzetta dello Sport - dovrà valutare le spese fatte per il mercato negli ultimi due anni (da quando non è in Europa) e le entrate che dovranno essere in parità.

"La Camera Investigativa - si legge nel comunicato diffuso dalla Uefa - ha inoltre concluso che il Fenerbahçe, l'Inter e il Trabzonspor hanno parzialmente soddisfatto gli obiettivi fissati per la stagione 2017/18. Di conseguenza, le previste misure sportive condizionali, come le restrizioni sul trasferimento e la limitazione del numero di giocatori nell'elenco A, non saranno revocate e continueranno a essere applicate nella stagione 2018/19. Ulteriori contributi finanziari, se applicabili, verranno trattenuti come specificato in ciascun accordo. Il regime di settlement continuerà a ad essere applicato per la stagione 2018/19 sia per l'Inter che per il Trabzonspor". 

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 13 Giugno 2018 alle 17:58 / articolo letto 57611 volte
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari