L'Inter pareggia il derby al 92' con Perisic alla prima di Pioli sulla panchina nerazzurra. Sul dibattito su quale delle due squadre avesse meritato la vittoria si è inserito pure Massimo Mauro: "Indubbiamente meritava di vincere la Juventus". Berlusconi ha preso alla sprovvista i cronisti dicendo di non credere che questo fosse il suo ultimo derby: con l'arrivo della cordata cinese, dovrebbe infatti restare in rossonero e prendere il posto di Galliani. Risolta intanto la questione legata alla scelta della bandiera da inserire nell'organigramma societario: tutti d'accordo e c'è l'approvazione del diretto interessato, sarà Wesley Sneijder.

Dopo la doppietta rifilata all'Inter Suso ha dovuto farsi a piedi il percorso da San Siro a casa sua (43 chilometri): "Ho rifiutato un passaggio da Niang perché non ha la patente", ha sottolineato poi orgogliosamente lo spagnolo. A seguirlo fino a casa anche Ansaldi: Pioli gli aveva detto di marcare stretto il suo avversario, ma purtroppo per l'Inter ci è arrivato dopo. Scambio di convenevoli a fine gara fra Berlusconi e Steven Zhang, ma il patron del Milan ha rifiutato l'invito a cena perché non mangia bambini. A San Siro c'era anche Balotelli: "Se il Milan vince il derby prendo un sottomarino e navigo nei Navigli", aveva promesso prima della partita SuperMario, che poi si è consolato facendo una capatina all'Hollywood dove ha trovato Gabigol: "Qui all'Inter mi sento proprio bene", ha detto il brasiliano abbracciando il cameriere scambiato per Pioli.

Clima sereno nello spogliatoio dei nerazzurri a fine match, con Icardi sempre più leader e showman: "Quando mi arrivano i palloni faccio i gol", e giù le risate dei compagni. Kondogbia si è tolto qualche sassolino su De Boer: "Ho passato due mesi senza giocare, ci vuole tempo prima che torni a passeggiare in campo". Candreva ha assicurato che i problemi con Pioli sono acqua passata: "Mi aveva offerto anche la fascia, ma tanto so che da gennaio la darà a Biglia...". Capitolo mercato, se Ausilio non riuscirà a chiudere per un terzino, Suning riaprirà i casting a Mazzarri e Gasperini: a uno dei due tecnici verrà assegnato il compito di ridisegnare l'Inter con la difesa a tre.

Sezione: Il Calcio parallelo / Data: / articolo letto 6261 volte
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri