Moises Eboko Cordoba è ufficialmente un giocatore del Levante per i prossimi sei mesi. Il giovanissimo attaccante, classe 2000, che prima di arrivare in nerazzurro aveva siglato oltre 160 reti in Spagna, e che anche nelle giovanili del club meneghino stava facendo molto bene, torna dunque nel Paese Iberico. Non a causa di un bocciatura, ma per migliorare. Secondo quanto raccolto da FcInterNews.it da una fonte molto vicina al giocatore, l’entuorage del centravanti, in accordo con la società nerazzurra, ha accettato il trasferimento temporaneo in favore dei Granotes proprio per favorire la crescita del ragazzo originario della Guinea Equatoriale.

Su Eboko Cordoba, che tra l’altro si era allenato anche qualche volta anche con la Prima Squadra nerazzurra, agli ordini di Luciano Spalletti, c’erano svariati club. Col Levante che ha avuto la meglio sui concorrenti connazionali sia perché ha voluto con insistenza il suo arrivo, sia perché viene considerato il team più idoneo per far sì che Moises possa incrementare, senza fretta o assilli, le proprie capacità. Di fatto è proprio questo l’obiettivo finale: favorire la crescita del calciatore. Ecco perché ora difenderà la casacca dei canterani del Levante, sognando magari un esordio tra “i grandi”. Che è bene ribadirlo non è lo scopo finale a breve termine, ma una possibilità che eventualmente potrebbe guadagnarsi solo attraverso un buon lavoro con i propri coetanei. Un’opzione che per ovvi motivi a Milano sarebbe stata impossibile da percorrere da qui a giugno. E sarà proprio in questo mese che Inter e Levante si siederanno nuovamente intorno ad un tavolo e decideranno il futuro del calciatore, che resta di proprietà nerazzurra. E punta a segnare una raffica di reti col Levante per dare una sferzata decisiva alla propria carriera.

Sezione: Esclusive / Data: Mar 9 Gennaio 2018 alle 16:11 / articolo letto 9957 volte
Autore: Simone Togna / Twitter: @SimoneTogna