FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

visti da voi

Voce ai tifosi: la cessione di Lukaku e la situazione del club

DUESSELDORF, GERMANY - AUGUST 16:  President FC Internazionale Steven Zhang Kangyang and Romelu Menama Lukaku Bolingoli of FC Internazionale pose for a photo before a training session on August 16, 2020 in Duesseldorf, Germany.  (Photo by Claudio Villa - Inter/Inter via Getty Images)

Per la rubrica Visti da Voi

Redazione FcInterNews

"Salve a tutti sono un tifoso interista da sempre, nella mia camera é appeso un quadro con la formazione della GRANDE INTER quella con: Sarti, Burgnich, Facchetti, Bedin, Guarneri, Picchi, Jair, Mazzola, Domenghini, Suarez, Corso; all. H.Herrera. Non ci sono parole... Per tornare alla storia attuale affermo con tutta sincerità che l'Inter è una forte squadra in tutti i reparti. Considerando, peró, i problemi che sta creando la pandemia a livello strettamente economico, ogni club " normale " ha assolutamente bisogno di riorganizzare il proprio assetto societario. In parole povere i soldi non si trovano per strada come un semplice tifoso ottuso può pensare. Il calcio è diventato un business e alla fine ció che conta è avere un bilancio non fallimentare, cosa che purtroppo sta avvenendo all'Inter oggi. I Signori Zhang, proprietari assieme ad altri soci del club, anche per motivi politici e economici che la Cina impone, devono comunque fare quadrare i conti. Non esiste Babbo Natale che fa regali a destra e a manca. Per entrare nel merito dell'argomento il capo di un'azienda non deve essere troppo passionale e davanti alle difficoltà deve assumere la figura del manager freddo e saggio che manda avanti l'attività ottenendo buoni risultati anche facendo scelte impopolari. In pratica se Lukaku vuole andare al Chelsea per motivi personali in cambio di 130 MILIONI di €, cosa vogliamo aggiungere? L'Inter questa cifra per la vendita di un giocatore non le ricapiterà più e allora deve assolutamente accettare e guardare avanti per riorganizzare al meglio la squadra. Al mio paese si dice: morto un Papa, purtroppo, se ne fa un altro senza pensarci troppo. Vi ricordate quando Moratti vendette Ibrahimovic al Barcellona e prendemmo un certo Samuel Eto'o? L'Inter ci guadagnò economicamente e l'anno successivo vincemmo pure la Champions League. Questo per dire che tutti i mali non vengono per nuocere! Marotta e Ausilio sapranno scegliere giocatori competitivi e si andrà avanti con determinazione senza piangersi addosso. L'Inter ha un'anima e ha iniziato il suo cammino, non navigherà a vista, ci sono altri ottimi campioni che tutti ci invidiano. Ora e sempre FORZA INTER AMALA".

Fabio

"Salve è un po' che seguo la nostra squadra ma mi sembra sempre che se ci sono dei problemi i nostri sono sempre più grandi degli altri..la domanda non e venderesti Lukaku?....a 130ml?..be io mi chiederei la cosa più importante Lukaku cosa vuole? perché per me un giocatore che vuole andare via e che ha la testa da un'altra parte e meglio lasciarlo andare..spero sempre che accada la stessa cosa accaduta con Ibra,ricordate?poi veramente capisco tutto vendono hakimi va via Conte sacrifichi lautaro ma allora non andare in TV a promettere competivita perché così con Zapata o vlahovic al posto di big rom siamo da 8  posto".

Roberto

"Gentilissima Redazione,

Non sarò certo il primo, ma come tanti sento la necessità di esprimere il mio infinito dissenso nei confronti della gestione Suning. Cercando di andare al sodo. Di certo al cuore non si comanda e quindi non potrò mai smettere di tifare Inter ma è bene che la società sappia che se come danno per certo verrà ceduto anche Lukaku (dopo che per mesi ci hanno parlato di come la cessione di Hakimi avrebbe risolti i problemi di quest'anno) sicuramente perderanno il mio supporto. E come me molti altri probabilmente faranno lo stesso. Hanno deciso di non vendere la società, ma la stanno smatellando pezzo per pezzo. Dovrebbe essere chiaro che questa strada anche dal mero punto di vista economico equivale e spingere l'inter verso una picchiata incontrollata. Perché mi pare evidente che così facendo ci saranno perdite sia del merchandising (io ad esempio avevo in mente di spendere in vari articoli dell'inter in vista del nuovo anno e dei gadget tricolore e non ho più la minima intenzione di farlo), sia per il marchio Suning che per quanto mi riguarda sarebbe marchiato a vita. A questo si aggiunga una probabile mancata qualificazione in champions che porterà via la consueta sessantina di milioni che probabilmente farà scattare altre cessioni eccellenti che accentueranno la perdita di valore del marchio in un circolo vizioso che abbiamo gia visto dopo il triplete. Un meccanismo che sicuramente costerà all'inter e a Suning molto più dei 100 e rotti milioni che puntano ad incassare. Per cui mi chiedo, che senso ha questo tipo di gestione? Trovo una sola parola...Follia".

Gaetano

"Cara redazione, essere un interista è difficile ,sono molto deluso di questa società dopo l'era moratti con Suning mi aspettavo gradi cose , immaginavo la nostra Inter nel corso degli anni tra i primi  club al mondo  ma tante sono state le promesse poi non mantenute . Ciò che sta accadendo in questi giorni mi rattrista molto non c'è piu' passione nel calcio società inglesi e PSG stanno ammazzando questo bellissimo sport , i Club italiani con proprietà straniere non hanno un minimo senso di appartenenza alla prima offerta sono già pronti a sedersi ad intavolare la cessione dimenticandosi che il calcio è dei tifosi".

Alessandro

tutte le notizie di